Ricerca la tue barzellette preferite tra le oltre 10.000 catalogate.     
  
tutte le parole    almeno una parola

 
La scuola
Un millepiedi ad un altro millepiedi: "Come va tuo figlio a scuola?".
"Mah, mi sembra che la pigli un po' sottogamba, sottogamba, sottogamba...".
Un figlio di carabiniere torna a casa con la pagella piena di 4. Battendo i pugni sul tavolo (knock, knock) il padre dice: "Ma sei proprio duro, non devi aver preso sicuramente da me".
Al che il figlio: "Papa' hanno bussato alla porta".
"Tu aspetta qui: apro io".
Il professore di chimica: Cogli ioni comincerete la chimica e cogli ioni la finirete!
"Papa', mi compri il dizionario?".
"Eh, no, a scuola ci vai a piedi!".
Un birillo incontra una cartolina.
Ma il loro fu un incontro infelice: lui fu bocciato, lei fu rimandata!
In una scuola cattolica dell'Irlanda del Nord.
"Maria, cosa vuoi fare da grande?".
"La prostituta".
"Scusa non ho capito cosa hai detto?".
"La prostituta".
"Ah, meno male, avevo capito la protestante!".
Liceo privato retto dalla Chiesa.
Dopo molta insistenza da parte degli allievi viene deciso di inserire un corso di educazione sessuale e viene incaricata dell'insegnamento una bella e provocante professoressa.
E gia' dalla prima lezione gli studenti non fanno altro che allungare le mani: chi le tocca le cosce, chi le tette, chi il sedere, chi i fianchi.
La professoressa, gia' dopo mezz'ora, non ne puo' piu' e protesta: "Ma insomma la volete smettere! ".
E uno dei ragazzi: "Ma, professoressa, l'ha detto il vescovo".
"Che cosa?!? ". "Si', quando abbiamo fatto la richiesta del corso i preti hanno chiesto il nulla osta del vescovo che ha detto: 'Va bene, ma con molto tatto' ! ".
La maestra incontra la piccola Heidi (che da alcuni giorni manca da scuola) mentre sta dirigendo una mucca su per il monte e la sgrida.
Ed Heidi: "Eh, sa, signora maestra, devo portare la mucca alla monta". "Ma a queste cose non pensa tuo padre?".
"No, ci vuole proprio il toro!".
Ieri era la festa della maestra e allora le ho portato una mela e lei per ringraziarmi mi ha dato un bacio.
Oggi le ho portato una grossa anguria...ma lei non ha capito! (Mario Zucca).
Cosa si deve fare quando ci si perde nel bosco? Si chiedono informazioni all'albero maestro!
Quando uno e' giovane si fa le seghe; poi va a scuola e comincia a masturbarsi.
Tema: "Oggi ricorrono i morti".
Svolgimento di Pierino: "Speriamo che mio nonno arrivi primo".
Due pezzi di nebbia si incontrano accidentalmente, e ad un certo punto uno dei due esclama: "Ehi, ma sei tu! Non ti ricordi? Una volta eravamo in banco insieme!"
La mia maestra comincio' la sua carriera in un nido.
Dovette smettere per le vertigini. (Mario Zucca).
Il maestro interroga Pierino, ma questi non sa rispondere a nessuna domanda.
Entra il bidello e il maestro dice: "Porti della biada per l'asino".
E Pierino: "E un caffe' per me!".
A scuola Pierino dice alla maestra: "Me stanotte ho dormito con il babbo!".
E la maestra: "No ME.
IO stanotte ho dormito con il babbo!".
Il bambino ci pensa un po' e poi: "Vedra' che e' stata un'altra sera, stanotte c'era anche la mia mamma!".
"Pierino, dove vivevano gli antichi Galli?".
"Negli antichi pollai!".
Tema di Pierino: "Mio papa' e mia mamma di notte fabbricano lampadine".
La maestra chiede spiegazioni e Pierino risponde: "L'altra notte mentre andavo in bagno ho sentito il papa' che diceva alla mamma: 'Spegni la lampadina, che' ne facciamo un'altra!".
"Pierino, dimmi l'infinito di Leopardi".
"Leopardare".
La maestra: "Com'e' composta l'aria ?".
Pierino: "Di idrogeno, ossigeno, elio, azoto e di un gas che al momento mi sfugge ..... PRRRRRRRRR".
"Pierino, quanto fa 48+48?".
"Quarantasedici".
"Pierino da quanto tempo sei assente?".
"Dalla morte di Carlo Magno!".
Pierino alla maestra: "Io l'amo".
La maestra: "Ma Pierino lo sai che a me non piacciono i bambini".
"Non si preoccupi perche' uso il preservativo!".
"Pierino, perche' hai scritto camino con la K ?".
"Perche' camini senza cappa non esistono!".
Pierino in classe: "Signora maestra, ho buttato della carta dalla finestra".
"Va bene, Pierino, ma non lo fare piu'".
Poco dopo entra in classe un bambino tutto sanguinante.
La maestra: "E tu chi sei?".
"Io sono Della Carta".
Pierino: "Signora maestra si puo' punire uno per una cosa che non ha fatto?".
"No di certo!".
"Bene, allora non ho fatto i compiti!".
Pierino al compagno alla fine del compito in classe: "Come e' andata?".
"Male, ho consegnato il foglio in bianco!".
"Maledizione anch'io; la maestra pensera' che abbiamo copiato!".
"Pierino, cos'e' l'arcobaleno?".
"E' il sole, che dopo essersi fatto la doccia, si rifa' il trucco".
Domanda di fisica a scuola a Pierino: "Cosa succede quando un corpo si immerge nell'acqua?".
"Suona il telefono!".
"Pierino, cos'e' un temporale?".
"Sono delle nubi, che spaventate dai tuoni, scoppiano a piangere".
La maestra interroga Pierino: "Dimmi il nome di un rettile".
"Una vipera".
"Bravo ... e ora dimmi il nome di un altro rettile".
E Pierino: "Un'altra vipera!".
La maestra di scuola materna chiede ai suoi piccoli che cosa faccia il loro padre nella vita.
"Il mio e' medico" dice uno.
"Il mio e' autista" dice un altro.
"E tu, Pierino, che fa tuo padre?".
"E' morto" dice abbassando triste la testa.
Allora la maestra non sapendo che dire gli chiede: "E che faceva prima di morire?".
"Faceva: Haarg! Haaa! Raaah!".
La maestra assegna il solito compito a scuola: scrivere sul quaderno il nome di un colore.
Pierino va a casa e, tenendo a fare bella figura, chiede aiuto alla mamma: Blu oltremare.
Chi va a pensare questo colore? Il giorno dopo va a scuola contento.
La maestra inizia ad interrogare: - Tu, Cinzia, quale colore hai trovato? - Rosso pompeiano! - Bel colore, brava! - Tu Marco cosa hai? - Grigio cenere! - Bravo... Continua cosi', sinche' non arriva al banco prima di quello di Pierino, dove si trova Edward, un bel negretto americano.
- E tu Edward, che colore hai? - Blu Oltremare! Pierino inizia a sudare freddo: "Porca miseria, mi ha fregato".
La maestra allora gli domanda: - Pierino ... e tu che colore hai? Pierino dopo averci pensato un po' esclama: - Ah! ... Nero di merda!
La maestra a Pierino: "Parlami del liquido seminale".
"E' lo stesso se le faccio uno schizzo alla lavagna?".
La maestra interroga Pierino in Storia: "Cosa divenne Carlo Alberto quando mori' suo padre?".
"Orfano!".
"Pierino, dimmi una parola con la doppia P".
"Bottiglia".
"E dov'e' la doppia P?".
"Nel tappo!".
Tema: Passa il treno.
Svolgimento di Pierino: "E io mi scanso". Nota del maestro: "E io ti boccio".
Pierino: "Meglio bocciato che morto!".
La maestra chiede ai suoi scolari se sanno quale sia la cosa piu' veloce dell' universo.
Carletto: "Il suono, signora maestra !".
La maestra: "Bravo, ma c'e' qualcosa di ancora piu' veloce!".
Giovanni (il secchione): "La luce!".
Maestra: "Bravo, e' proprio la luce!". Sentendo cio', Pierino perplesso si rivolge alla maestra: "Ma come? la luce? la cosa piu' veloce che ci sia e' la merda!".
Maestra: "Pierino, cosa dici!".
Pierino: "E si' e' proprio lei! Pensi che ieri sera mio nonno e' andato al bagno, non ha fatto a tempo ad accendere la luce che se l 'e' fatta addosso!".
"Pierino come si producono i venti?".
"Moltiplicando i quattro per i cinque".
Pierino ha saputo dalla maestra che i bambini non nascono sotto i cavoli.
Torna dalla madre e vuol sapere la verita'.
La madre alla fine gli spiega tutto ...e gliela fa anche vedere.
Pierino: "Cavoli, pochi centimetri piu' in la' e nascevo stronzo!".
La maestra: "Pierino, dimmi due pronomi!".
Pierino: "Chi? Io?".
"Pierino, perche' il canale di Suez si chiama cosi'?".
"Perche' non e' miez e non e' tuez!".
Tema per Pierino: "Sesso, religione e mistero".
Svolgimento: "Mia sorella e' incinta.
Per Dio chi e' stato ?".
La maestra in aula: "Vi pongo un problema: sul ramo di un albero ci sono otto uccellini; arriva un cacciatore, spara e ne abbatte tre; quanti uccellini rimangono? Prova tu, Giuseppe".
E Giuseppe: "Mah, secondo me ne rimangono cinque!".
"E tu, Pierino? Secondo te, quanti uccellini rimangono?".
E Pierino: "Secondo me, non rimane nessun uccellino!".
E la maestra: "Nessuno? E perche'?".
"Perche' se il cacciatore spara e uccide tre uccellini, gli altri volano via, e non ne rimane nessuno".
La maestra: "No, Pierino, la risposta e' sbagliata.
Pero' il tuo ragionamento mi piace!".
Allora Pierino chiede di poter fare lui una domanda alla maestra e chiede: "Sedute su di una panchina ci sono tre donne che stanno mangiando tre coni gelato. La prima lo sta mordicchiando, la seconda lo sta leccando e la terza lo sta succhiando.
Quale delle tre donne e' sposata?".
La maestra e' scandalizzata, ma dopo insistenza di Pierino risponde: "Mah., vediamo... qual e' quella sposata... forse.... quella che succhia il gelato?".
E Pierino: "Sbagliato! E' quella che ha la fede al dito. Pero' il suo ragionamento mi piace!".
"Pierino alzati! E' ora di andare a scuola".
"Mamma, oggi non ho voglia di andarci".
"Su alzati, lo sai che ci devi andare: hai 47 anni e sei il Preside".
In classe la maestra dice: "Oggi faremo un tema: vorrei che ci metteste della religione, nobilta', famiglia e un pizzico di suspense".
Poco dopo Pierino consegna il compito: "Mio Dio - disse la baronessa - sono incinta! E chissa' chi e' il padre!".
Quando Agnelli andava a scuola, la maestra dette un tema sulle famiglie povere.
Ecco lo svolgimento del piccolo Gianni: "Anche se la mia famiglia non e' poveva, pevo' ho conosciuto divevse famiglie poveve.
Ma la piu' poveva di tutte eva una famiglia davvevo povevissima.
Infatti il padve eva povevo, la madve eva poveva, i figli evano tutti povevi, l'autista eva povevo, il giavdinieve eva povevo, il cuoco eva povevo, lo stallieve eva povevo, il maggiovdomo eva povevo ... ".
La maestra ha finito di dettare i compiti per casa.
Specifica ripetutamente quanto siano importanti e debbano essere consegnati la mattina dopo, inderogabilmente... Non saranno accettate scuse e giustificazioni.
Un ragazzo che vuole fare il fighetto si alza e chiede: "E' possibile essere giustificati a causa di mancanza totale di forze dovuta a continuativo rapporto sessuale ?".
La classe esplode in risate e quando il tumulto si seda la professoressa risponde: "Beh, non credo, in ogni caso dovrai adattarti a scrivere con l'altra mano...".
Professore: "Chi sa cos'e' l'H2SO4?".
Studente: "Io lo so e'...e'... ce l'ho sulla punta della lingua...".
Professore: "E allora, imbecille, sputalo, che e' acido solforico...".
Un bambino siciliano torna a casa con la pagella e la fa vedere alla mamma.
E lei: "Italiano 10 bravo, geografia 10 bravo, storia 10 bravo, matematica 10 bravissimo, tutti 10 sei un figlio prodigio bravissimo.
Vai da tuo padre che sara' contentissimo nel vedere la pagella.
Il bambino va dal padre e gli mostra la pagella e lui: "Italiano 10, geografia 10, storia 10, matematica 10, tutti 10".
Il padre prende la pistola e gli spara.
La madre: "Al figlio mio gli sparasti... perche' lo facisti??? ".
E lui: "Troppo sapeva... "
Interrogazione di storia: Qual e' il motto di Attila? Unno per tutti, tutti per Unno!
Mentre la maestra spiega la lezione a Pierino cadono per terra un sacchetto di biglie d'acciaio.
La maestra arrabbiatissima: "Chi ha le palline d'acciaio?".
La classe in coro: "Superman".
Colmo per una maestra: non aver classe.
Pierino arriva a scuola piangendo.
La maestra gli chiede cosa ci sia che no va e il bambino risponde: "Uhhh! Questa mattina la mia mamma ha annegato 6 piccoli gattini appena nati!".
"Si', cio' e' molto triste, ma non e' una ragione valida per piangere".
"Ma si'! La mamma mi aveva promesso che sarei stato io ad annegarli !".
"Nonostante sia stato bocciato, la notte dormo come un bambino". "Ma come?".
"Mi sveglio ogni due ore e piango".
La nonna va a prendere il piccolo Pierino, suo nipote, all'uscita da scuola e gli chiede cosa la maestra gli abbia insegnato.
E Pierino: "Educazione sessuale.
Ci ha insegnato cos'e' un pene, la vagina, come avviene la fecondazione... ".
La nonna rimane shockata, ma non ribatte.
Arrivata a casa dice tutto alla figlia che non appare scandalizzata: "Ma mamma, siamo oramai al 2000.
L'educazione sessuale fa parte del programma di studi!".
Arriva la sera e la cena e' pronta. La mamma dice alla nonna di andare a chiamare il piccolo.
La nonna entra nella camera di Pierino senza bussare e lo trova che si sta masturbando con gran vigore e allora gli dice: "Senti, Pierino, quando hai finito il compito a casa vieni a mangiare che' la cena e' pronta! ".
A scuola, mentre il professore di educazione fisica saltella a ritmo d'aerobica, rivolgendosi ai ragazzi e sorridendo dice tutto entusiasta: "Buongiorno, arrivederci, ciao, buonasera, a domani...". Uno dei ragazzi, un po' stravolto gli chiede: "Ma professore che cosa sta facendo ?".
E il professore: "Ragazzi, non sapete che lo sport e' salutare ?".
Era un eccellente autodidatta.
Come alunno, una cannonata.
Ma come professore, uno schifo.
L'unico periodo in cui la mia educazione si e' interrotta e' stato quando andavo a scuola (George Bernard Shaw).
"Pierino, che cosa segui' all' Eta' del ferro?".
"L' Eta' ... della ruggine!
La maestra di Pierino sta insegnando l'alfabeto e domanda: "Giannino, dimmi una parola che comincia per "C".
Pierino cerca di suggerire a Gianni: "Culo! Di' culo!".
Ma Giannino risponde: "Casa!". E la maestra: "Bravo! Ed ora Maria dimmi una parola che inizia con la "F".
Pierino cerca ancora di suggerire: "Fica! Di' Fica!".
Ma Maria invece risponde: "Farfalla!".
E la maestra: "Brava Maria! Ed ora, Pierino, dimmi una parola con la "N".
Pierino pensa e ripensa, ma non gli viene in mente niente.
Poi all'improvviso: "Nano!".
"Bravo Pierino!".
E Pierino: "Si', ma con un cazzo cosi'!"
La maestra durante la lezione di geografia astronomica chiede a Pierino: "Pierino cos'e' il Sole?".
"E' una palla che gira".
E la Terra?".
"E' una palla che gira".
"E la Luna?".
"E' una palla che gira".
"Pierino come mi definiresti l'universo?".
"E' tutto un giramento di palle!".
Durante la ricreazione Pierino va alla lavagna e scrive: "PIERINO C'HA IL CAZZO PIU' LUNGO DI TUTTI!".
La maestra rientra in classe e vede la scritta... infuriata corre verso Pierino e, prendendolo per un orecchio, gli urla: "Pierino, sei il solito disgraziato! Per ora vai in punizione dietro la lavagna, poi resterai in classe a lezioni finite!".
I compagni di classe di Pierino, preoccupati per l'amichetto, lo aspettano fuori della scuola dopo l'uscita.
Dopo un'ora Pierino esce ed i compagni gli si stringono intorno: "Allora, Pierino, com'e' andata? Ti ha sospeso?".
"Macche' ragazzi... ve l'ho sempre detto io che la pubblicita' e' l'anima del commercio!"
La maestra: "Pierino da cosa sono formati i venti?".
"Da due decine, signora maestra!".
Il papa' a Pierino di ritorno da scuola: "Pierino, perche' piangi?".
"Sigh... la maestra mi ha sospeso...".
"E perche'?". "Perche' quando e' entrata in classe c'era il mio compagno di banco che fumava...".
"E allora... tu che c'entri se lui fumava?".
"Hanno detto tutti che ero stato io a dargli fuoco!"
Quando i negri vanno a scuola ? Quando la costruiscono.
Il professore a scuola: "Qual e' il contenuto dell'Ortis ?".
Lo studente: "Carotis, insalatis, cavolfioris ... "
L'insegnate di geografia chiede alla classe: " Se la Terra e' rotonda come mai non cadiamo giu'?".
Pierino risponde subito: "Per la legge di gravita', signorina".
"Giustissimo, Pierino" commenta l'insegnante.
Un altro studente alza la mano e chiede all'insegnate: "Che cosa succedeva prima che la legge venisse promulgata?".
La maestra: "Come mai hai chiamato Adamo il protagonista del tuo tema ?".
Pierino: "Perche' lei aveva detto di scriverlo in prima persona¬Ö"
Pierino: "Maestra sa che ho visto una scimmia che mangia 100 banane al minuto?".
Maestra: "E allora?".
Pierino: "6000".
Pierino: "Signor maestro! Caccia si scrive con doppia C?". Maestro: "Si' doppia! Anzi doppietta!".
Pierino: "Che bella battuta!". Maestro: "E' semplice: e' una battuta di caccia!"
Pierino ritorna a casa da scuola e la mamma gli chiede: "Ciao Pierino, cosa hai fatto oggi a scuola?".
"Oggi a scuola abbiamo parlato di Mose' che ha portato il suo popolo fuori dall'Egitto per andare in Israele".
"Interessante... e come e' la storia?".
E Pierino racconta: "Mose' vagava nel deserto con il suo popolo rifornendosi di cibo alla Coop.
Giunto sul Mar Rosso con i suoi tecnici ha costruito un ponte per portare il suo popolo dall'altra parte... ma gli Egiziani lo inseguivano e allora con il suo cellulare ha chiesto aiuto a Dio che ha inviato due Sea-Harrier che hanno bombardato il ponte con tutti gli Egiziani sopra.
Poi e' salito sul Monte Sinai a comprare alla Feltrinelli il libro della legge in 10 volumi".
La mamma, perplessa, lo interrompe: "Ma Pierino, sei sicuro che la maestra ti abbia detto questo?".
"Veramente no... ma se ti racconto quello che ha detto non mi crederesti !".
Pierino dice al maestro: "Signor Maestro, non vorrei allarmarla..., ma ieri quando il mio papa' ha visto la pagella ha detto che se la prossima sara' ancora cosi' brutta qualcuno se ne dovra' pentire amaramente!!".
Pierino torna da scuola e dice al padre che ha preso 4 in aritmetica: "Come mai?" chiede il padre.
"La maestra mi ha chiesto quanto fa 2x3 e io ho risposto 6".
"Ma e' esatto!" fa il padre.
"Dopo la maestra mi ha chiesto quanto fa 3x2?".
"E che cazzo di differenza fa?".
"E' appunto quello che le ho detto io!".
Io sono molto precoce.
Pensate che ho imparato prima a scrivere che a leggere.
Infatti scrivevo e mi chiedevo: ma che cazzo ho scritto? (Claudio Bisio).
La maestra in classe domanda: "Chi mi sa dire che cos'e' la lingua madre?".
Pierino alza la mano e dice: "Quella che lecca l'uccello del padre!"
Quando torni, se sto studiando, per favore svegliami.
La maestra vuol fare un gioco con i suoi allievi: "Allora, ditemi il nome di una cosa rotonda e pelosa".
Luigino alza la mano e dice: "La pesca, signora maestra!".
"Bravo Luigino!".
La Maria alza anch'essa la mano e dice: "Il kiwi".
Poi si alza Pierino e dice: "Le palle di Natale!".
La maestra lo guarda stupita e dice: "Ma Pierino! Le palle di Natale sono rotonde, ma non hanno dei peli!".
E Pierino rivolgendosi al suo compagno di banco: "Dai, Natale, togliti i pantaloni e mostra le palle alla signora maestra!!!"
Ricordo gli insegnanti della scuola pubblica che frequentavo.
Ecco c'era un detto da noi che diceva: 'Quelli che non sanno far niente insegnano, e quelli che non sanno neanche insegnare, insegnano ginnastica'. (Woody Allen).
Un ragazzino tredicenne torna a casa da scuola: "Mamma, oggi ho fatto sesso per la prima volta".
"Disgraziato! Con chi l'hai fatto?". "Con l'insegnante di matematica".
"Fila in camera tua! Piu' tardi farai i conti con tuo padre".
All'arrivo del padre, la mamma gli racconta tutto e lui, dopo aver risposto che lo punira' severamente, con un sorriso di soddisfazione va in camera dal figlio pensando 'Questo si' che e' figlio di suo padre! Anch'io alla sua eta' ho avuto il primo rapporto sessuale, ma con una coetanea.
Questo diavoletto addirittura se la fa con le professoresse!'.
Entrato in camera dal figlio, non pua' fare a meno di esprimere il suo orgoglio e gli dice: "Non dire niente alla mamma: adesso usciamo ed andiamo a comprare quella bicicletta che desideravi tanto".
Cosi' vanno a a comprare una bellissima bicicletta nuova.
All'uscita del negozio il padre dice: "Adesso perche' non monti in sella e vai a fare un bel giro nel parco?".
E il ragazzo: "Non oggi, papa'.
Mi fa ancora male il culo da stamattina!".
La maestra ha spiegato la rima baciata facendo qualche esempio: "Amo il mio cane/ quando mangia il pane".
Chiede agli alunni se hanno capito e a dimostrazione ne chiede degli esempi.
Tutti fanno degli esempi giusti, finche' non giunge il momento di Pierino che declama: "Sono andato a pescare i salmoni/ e mi sono bagnato le ginocchia".
La maestra e' un po' perplessa e chiede spiegazioni: "Ma, Pierino, ginocchia non fa rima con salmoni".
E Pierino: "E che colpa ne ho io, se l'acqua era bassa..."
Pierino e' in classe con i figli dei piu' noti ricconi d'Italia. La maestra fa comporre alcune frasi con la parola "probabilmente".
Il figlio di Berlusconi: "Ieri il mio papa' mi ha portato a vedere i suoi impianti TV e mi ha detto 'con questi, PROBABILMENTE, raddoppieremo il capitale".
Il nipote di Agnelli: "Ieri il mio nonno mi ha portato a vedeve la nuova catena di montaggio e mi ha detto: tutto questo un giorno, PROBABILMENTE, sara' tuo".
Pierino: "Ieri ho visto mio nonno che passeggiava col "Financial Times" sotto il braccio... (pero', pensa la maestra, li pensavo degli zoticoni...) ...ma mio nonno non conosce l'inglese: PROBABILMENTE gli serviva per pulirsi il culo..."
Mio figlio, e' il primo della classe... entrando (Gino Patroni).
Un insegnante della domenica, che faticava a trovare argomenti da trattare, discuteva con la classe riguardo a cosa pensava avesse fatto Noe' sulla sua arca.
Una ragazza propose: "Magari pescava".
Un ragazzo replico': "Con due soli vermi?".
A scuola.
Tema: la modestia.
Un giorno su questo banco, in questa scuola, metteranno una targa di bronzo con il mio nome... La voglio piccola. (Luca Novelli).
La maestra a scuola spiega: "La iena ridens e' un mammifero che vive nel deserto, si riproduce una volta all'anno, si nutre solitamente di sterco ed emette un verso simile alla risata umana!". Il giorno dopo a lezione la maestra chiede a Pierino: "Pierino, parlaci della iena ridens!".
Pierino perplesso dice: "Signora maestra c'e' qualcosa che non ho capito.
Questa iena scopa una sola volta all'anno, mangia merda, ma allora perche' ride tanto???"
 


© 2000 - /\/\arco /\/\ex