Ricerca la tue barzellette preferite tra le oltre 10.000 catalogate.     
  
tutte le parole    almeno una parola

 
Omaggio a Marcello Marchesi
Anche le formiche nel loro piccolo si incazzano.
L'amore ha diritto di essere disonesto e bugiardo.
Se e' sincero.
Giovane si schianta contro lampione.
Spenti entrambi.
Quando fanno all'amore i preti? Nei ritagli di ... tempio.
Si era talmente applicato agli studi del sesso che gli diedero una borsa di stupro.
Siamo cauti nei giudizi.
Prima di dire che uno e' uno stronzo bisogna leccarlo.
Chi va piano va sano e viene tamponato poco lontano.
Finalmente una buona notizia sul fronte scientifico.
L'atomica non causa il cancro.
Date i peli superflui ai poveri.
Madre mongola si dispera per il figlio nato italioide.
Dio, dammi un assegno della tua presenza.
Lo schiavo si affeziona.
L’impiegato no.
Bocciate! Bocciate un po’ di figli del popolo.
Che rimanga qualche idraulico.
Ogni rovescio ha la sua medaglia.
Non ho fame, non ho sete, non ho caldo, non ho freddo, non ho sonno, non mi scappa niente : come sono infelice.
Dal mio fioraio le corone da morto le fa la nonna, cosi' si abitua all'idea.
Una delle cose fondamentali della vita e' la dignita'.
Non bisogna mai perderla.
Per non perderla basta non averla.
I signori devono vivere da signori, seno' i poveri perdono lo spettacolo.
Ricordati di pontificare le ferie.
Meno tavole rotonde, piu' tavole calde.
Un'assurdita': odorare di deodorante.
Diceva Marcello Marchesi nel 66 di Giulio Andreotti: Chi non muore si risiede.
Perche' denunciare il reddito dopo il bene che vi ha dato?
Diamo a Cesare quel che e' di Cesare.
Ventitre' pugnalate.
Vorrei morire ucciso dagli agi.
Vorrei che di me si dicesse: "Come e' morto?".
"Gli e' scoppiato il portafogli".
Tutto e' perduto, fuorche' l'ospite d'onore.
La rivoluzione si fa a sinistra, i soldi si fanno a destra.
Tra il dire e il fare c'e' una busta da dare.
Il critico e' uno che sul libro fa il tassello, come se fosse un'anguria: se e' rosso dice che e' bello senza assaggiarlo.
Mangiare e' un diritto, digerire e' un dovere.
Il mondo e' fatto a scale, chi e' furbo prende l'ascensore.
Non esistono innocenti: tutti abbiamo passato un raffreddore a qualcuno.
La legge e' uguale per tutti.
Basta essere raccomandati.
La logica e' una forma di pigrizia mentale.
Nessuna nuora, buona nuora.
Non sprecate il vostro suicidio; ammazzate prima qualcuno che vi e' odioso.
Burocrazia: Bolli, sempre bolli, fortissimamente bolli.
Chi si inferma e' perduto.
E' sbagliato giudicare un uomo dalle persone che frequenta.
Giuda, per esempio, aveva degli amici irreprensibili.
Nessuno si e' mai ammazzato perche' non riusciva ad amare il prossimo suo come se stesso.
Collaborazione.
Io l'insulto.
Tu lo tieni.
Lui gli mena.
Noi aiutiamo e voi guardate se essi arrivano.
Super-SuperGnomo fa il bucato cosi' bianco, ma cosi' bianco, ma cosi' bianco che la neve si vergogna e il giglio va a cagare.
Mi sento sotto la cresta dell'onda.
Arturo, spaventato da un mezzo infarto, si sottopose ad un minuzioso check-up che gli costo' un occhio della testa e dal quale risulto' che era pederasta.
Dimmi con chi vai e ti diro' se vengo anch'io.
Chi trova un amico chiede un prestito.
 


© 2000 - /\/\arco /\/\ex