Ricerca la tue barzellette preferite tra le oltre 10.000 catalogate.     
  
tutte le parole    almeno una parola

 
Omaggio a Boris Makaresko
L'agopuntura e' un ottimo rimedio medico.
Non ho mai visto un porcospino ammalato.
Il pollo puo' essere meridionale o settentrionale : pollo nord e pollo sud.
Ieri ho salvato una ragazza che stava per essere violentata.
E' bastato controllarmi!
Con le donne sono sempre stato un disastro.
Da piccolo quando si giocava al dottore a me toccava guidare l'autoambulanza!
Lo strato d'ozono sopra la Svizzera ha tanti piccoli buchi?
La prima femminista al mondo a bruciare il reggiseno fu ... Giovanna D'Arco.
Mia moglie e' andata da un celebre dietologo; in due mesi ha perso 300.000 lire.
Era cosi' grasso che per mettersi la sciarpa usava il boomerang.
Mio marito rischia di non poter piu' praticare la medicina.
E' stato sorpreso a fare del sesso con i suoi pazienti.
E' una vergogna! Lui e' il miglior veterinario della citta'!
Sono nato in una famiglia povera.
Mia mamma ha dato alla luce pochi figli.
La maggior parte li ha dati al buio.
Volevo fare l'uomo proiettile in un circo.
Ma non era un lavoro per uno del mio calibro.
Ha voluto sposarsi col vestito della nonna.
Era incantevole, ma la nonna moriva di freddo.
Era cosi' brutta che il suo ragazzo preferiva portarsela sempre dietro piuttosto che darle il bacio del commiato.
Recessione e' quando il tuo vicino perde il lavoro.
Depressione e' quando lo perdi tu.
Panico... quando lo perde anche tua moglie.
Se il denaro crescesse sugli alberi a me capiterebbe un bonsai .
Per ricordare il luogo dove si trovava il muro di Berlino, verra' eretto un muro lungo lo stesso tracciato.
Se Cristoforo Colombo fu cosi' felice di vedere degli alberi dopo tanto navigare, figuratevi il suo cane.
Brutto? Avete mai visto una zanzara pungere a occhi chiusi?
E' cosi' miope che non vede nemmeno le lenti a contatto.
Essere innocenti e' pericoloso perche' non si hanno alibi.
Ogni donna ha diritto di essere brutta, ma lei esagera.
Ha le borse sopra gli occhi.
Un buon metodo per dimagrire e' spogliarsi nudi e mangiare davanti a uno specchio.
Funziona sempre perche' quasi subito vi sbattono fuori dal ristorante.
Attira le ragazze in casa con la scusa delle stampe cinesi, poi cerca di vendergliene un paio.
Negromante: African lover.
Se ogni uomo ha un prezzo io sono nel reparto saldi.
Alcuni dei nostri politici sono degli incapaci; i restanti sono capaci di tutto!!
Per smettere di bere ho provato con la psicanalisi.
Ora bevo sdraiato su un divano.
La meta' delle bugie dette su di me non sono vere.
Il filosofo scrive cose che non capisci, poi ti fa credere che e' colpa tua.
Chi non e' sposato non sa cosa significhi tornare a casa e trovare calore umano, affetto e comprensione.
Io lo so: significa che ho sbagliato casa.
La telepatia consiste nel parlarsi da lontano senza dirsi niente, senza capirsi e senza saperlo.
Alla voce "bruttezza", sul dizionario c'e` la sua foto.
E` talmente brutta che deve bendare il bambino prima di allattarlo. Quando entra in una stanza, i topi saltano sulla sedia.
Quando nacque, il dottore sculaccio` il padre.
CANTO DI UN PESCATORE SOLITARIO.
Amo/soltanto/l'amo/purche'/non esca/l'esca.
Ho fatto il bagno al gatto.
Nessun problema, a parte i peli che mi sono rimasti attaccati alla lingua.
Ho buttato l'orologio nella spazzatura.
Volevo perdere tempo.
Ci sono molte cose che il danaro non puo` comperare.
Per esempio quelle che poteva comperare dieci anni fa.
Non ti ha portato la cicogna, ti ha portato l'avvoltoio.
Nella nebbia seguii un fanalino rosso e mi svegliai all'ospedale. Quello davanti a me aveva gettato via un mozzicone di sigaretta accesa.
La pelle e` un tessuto che non veste.
Infatti uno senza la pelle e` nudo.
Al mio dentista il caval donato gli fa schifo.
Il postino suona sempre due volte.
Il che e' seccante se avete aperto alla prima.
Ha un occhio talmente bello che l'altro si incanta a guardarlo.
Se non e' un uomo e' una donna che gli somiglia molto.
E' arrivato in Italia il famoso domatore di leoni Rodan, famoso per essere il piu' forte domatore del mondo.
Infatti non tiene in mano una sedia, ma un divano!
Scemantica della lingua italiana.
Nel Medioevo i gabinetti erano situati sempre all'esterno delle abitazioni.
Soltanto verso il 1300 qualcuno penso' di costruire i servizi igienici in casa, ma regolarmente incontrava notevoli opposizioni.
Per ottenere il permesso per costruire un normale W.C.
domestico occorreva affrontare una causa in tribunale.
Nasce cosi' la parola PRO-CESSO (in favore del cesso). Poi, il presidente del tribunale, per dare l'approvazione, sui documenti del catasto scriveva CON-CESSO.
Scemantica della lingua italiana.
Nel secolo scorso, le agenzie turistiche di Firenze e Roma incaricavano degli agenti di raccogliere i turisti 'fai da te' su speciali carrozze organizzate.
Alcuni di questi agenti, che erano anche disegnatori, per attirare gli stranieri iniziavano a tratteggiare loro un ritratto a matita, che pero' promettevano di terminare solo se salivano sulla carrozza dell'agenzia.
Nasce cosi', da 'carica il turista', il nome di quel tipo di disegnatore: CARICATURISTA.
Scemantica della lingua italiana.
Ai festini, nelle corti e nei salotti del '700, si faceva uso di droghe nascoste in bocce da gioco. Spesso, una sola non bastava per tutta la compagnia e i presenti ne chiedevano ancora a viva voce.
I lacche' ne portavano un'altra e si faceva BISBOCCIA.
Scemantica della lingua italiana.
Pisistrato, tiranno di Siracusa, era un maniaco della pubblicita' e faceva interrompere gli spettacoli nell'anfiteatro, con delle brevi scenette che reclamizzavano i prodotti che lui stesso commerciava.
E' da questo tipo di 'spot' che deriva la parola DISPOTISMO. (Quindi attenzione a Berlusconi e alla Fininvest).
Scemantica della lingua italiana.
Nel Settecento, farsi tatuare un disegno, o meglio una miniatura, in faccia era usanza comune.
Ma per avere la firma del maestro che aveva eseguito l'opera, si sceglieva l'angolo del mento che essendo molto sensibile, faceva letteralmente vedere le stelle.
Nasce cosi' la parola FIRMAMENTO.
Scemantica della lingua italiana.
Nel medioevo, quando si lavavano le lenzuola dei religiosi, non erano ammesse macchie indelebili. Pertanto le lavandaie quano non riuscivano a togliere lo sporco col sapone, lo tagliavano via.
E cosi' ancora oggi si dice: FARE IL BUCATO.
 


© 2000 - /\/\arco /\/\ex