Ricerca la tue barzellette preferite tra le oltre 10.000 catalogate.     
  
tutte le parole    almeno una parola

 
Gli handicappati
Era paralitico.
Un giorno riusci' ad alzare il braccio: divenne alcoolizzato! (Giampiero Casoni).
L'hai sentita l'ultima sui sordomuti? Neanche loro!
Colmo dei colmi: un monco muto che fa "Cucu chi e'?" a un cieco sordo.
Colmo per un cieco N.1: andare al cinema a vedere un film muto.
Colmo per un cieco N.2: essere lungimirante!
Un contadino si accorge che di notte viene derubato delle galline per cui decide di chiudere il recinto dei polli con un lucchetto.
Il giorno dopo va a controllare e vede che il lucchetto e' stato scassinato.
Allora mette 2 lucchetti, ma il giorno dopo i 2 lucchetti sono saltati.
Grande decisione: si apposta vicino al cancello nascosto nella paglia.
Verso le tre di notte sente dei passi furtivi, poi qualcuno che armeggia con i lucchetti.
Allora allunga un braccio e tenta di afferrare il ladro e lo prende per i coglioni e stringe.
Il ladro si agita.
"Dimmi chi sei o stringo di piu'!" urla il contadino. Il ladro... niente.
Stringe le palle a due mani.
Una forza incredibile... "Dimmelo! Bastardo! Dimmi chi sei!".
Niente.
"Dimmi chi sei!!".
E il ladro, con voce flebile: "Ugo... il Muto...".
Pierino a causa di un incidente d'auto ha perso le braccia e le gambe.
Un giorno dice alla madre: "Mamma, vado a giocare a pallone". "Povero piccolo mio, come puoi pensare di poter giocare a pallone?". "Posso benissimo, mamma, faccio il pallone!".
Come fa una bambina senza braccia a grattarsi la schiena? Cazzi suoi!
"Che fa una bambina senza braccia sull'altalena?".
"Cade".
Due ciechi si incontrano e se le suonano di santa ragione: non si potevano vedere!
"Ehi, hai visto la moglie di Stevie Wonder?".
"No".
"Neanche lui..."
In spiaggia un vecchietto cieco sta gonfiando una bambola di gomma.
Alle proteste degli astanti il vecchietto tasta la bambola ed esclama: "Porca miseria, mi sono scopato il canotto tutto l'inverno!".
Alla guida della nazione ceca? Un cane lupo.
Cieco con una grattugia: Chi ha scritto 'ste stronzate?
Cieco e sordo alla festa dell'ultimo dell'anno.
Fuochi artificiali.
Il cieco dice: "Bum bim bam".
Il sordo: "Verde! Giallo! Rosso!".
Ufficio ciechi: "Buongiorno, c'e' il Direttore?".
"No, oggi non si e' visto!".
Un bambino accompagna la madre al supermercato.
Arrivato alla cassa chiede alla madre: "Mamma, mamma, mi compri del cioccolato? Ma la madre gli risponde di no.
Il ragazzino si mette a piangere finche' alla fine la madre cede ai capricci del figlio e gli dice: "Va bene! Vatti a cercare una tavoletta di cioccolato...".
Il ragazzo parte tutto contento e ritorna 5 minuti dopo senza cioccolato: "E allora, hai cambiato idea?".
"Ma, mamma, io non posso, sono senza braccia...". "Ahhh, niente braccia, niente cioccolato!".
Un padre attende la nascita del suo primo figlio.
L'ostetrico: "Purtroppo e' senza braccia".
"Lo amero' lo stesso".
"E' anche senza gambe".
"Lo amero' lo stesso, in fondo e' figlio mio!".
"Ma e' anche senza tronco".
"Lo amero' lo stesso!".
"Guardi, purtroppo e' anche senza testa".
"Lo amero' lo stesso".
"Mi dispiace: e' nato solo quest'orecchio".
"Lo amero' lo stesso".
"Gli parli piu' vicino: e' sordo!".
Un signore in carrozzella va a Lourdes nella speranza di guarire dalla sua malattia: "Madonnina cara, fammi tornare a casa a piedi". Pssssssss...
Un pulmino di mongoloidi si ferma dal benzinaio a Ventimiglia al confine fra Francia e Italia: "Venite dalla Francia?".
"Si', si'...". "E siete stati a Lourdes?".
"Si', si'...".
"E avete trovato chiuso, vero?".
Un muto dice ad un sordo: "Guarda, c'e' un cieco che ci sta spiando!".
E il paralitico: "Scappiamo!".
Due amici si incontrano: "Sai, ho comprato un nuovo apparecchio acustico, e' molto bello, tecnologico e costa anche poco...".
"Che modello e'?".
"Sono le due e un quarto!".
Un bambino nasce senza orecchie.
Un parente continua a pregare: "Che Dio gli salvaguardi la vista...".
E il padre: "Perche'?". "Pensate un po' come fareste a mettergli gli occhiali!".
Perche' i sordi mettono gli slip trasparenti alle loro donne? Perche' possono meglio leggere le labbra!
"Io sono un appassionato subacqueo, ma non sono un professionista, eh, sono solo un sub ... normale!" (Mike Bongiorno).
Qual e' la parte piu' dura da mangiare di un vegetale? La sedia a rotelle.
Una signora sulla quarantina, ad un certo punto della sua vita, comincia ad avere un problemino alquanto fastidioso: le flatulenze sommesse.
Questo 'malanno' le comincia a rovinare la vita sociale, l'ambiente di lavoro, si sente poco gradita, respinta, imbarazzata, le fa dappertutto.
Cosi' si decide che non puo' continuare e va dal dottore: "Vede, sono un poco imbarazzata a dirglielo, ma, ecco, ho grossi problemi con i peti silenziosi, mi stanno rovinando l'esistenza.
Pensi che anche durante la sua visita ho continuato a farli incessantemente, mi sento imbarazzatissima, cosa puo' fare per me?".
E il dottore: "Prima di tutto vediamo di scegliere il suo nuovo apparecchio acustico....".
Una signora dal dottore: "Dottore, non ci sento piu' bene; ad esempio non sento piu' le scoregge".
"Ecco la ricetta".
"E con questa sentiro' meglio?".
E il dottore: "No, ma scoreggerete piu' forte!".
Chi va con lo zoppo, evidentemente e' frocio...
Inserzione giornalistica: Gobbo cerca mansarda.
Ero in un bar a farmi un bicchierino quando il tizio accanto a me cade dalla sedia.
Lo tiro su e lo rimetto al suo posto, ma ricade. Questa volta lo tiro su e gli dico: "Dove abiti?".
Lo caccio in macchina e lo porto a casa.
Quando lo faccio scendere, prima di arrivare alla porta di casa cade tre volte! Suono, esce la moglie e le dico: "Salve! Le ho riportato a casa suo marito...".
Lei mi squadra e dice: "E dove e' la sua sedia a rotelle?".
Un cieco entra in un supermarket con il suo fido cane al guinzaglio.
Ad un certo punto, improvvisamente, prende il guinzaglio con cane attaccato e comincia a rotearlo in aria con grande energia. La cassiera sbigottita: "Ma cosa fa?? E' Pazzo?? ".
E il cieco: "Calma, calma, sto solo dando un occhiata in giro!! ".
John sta aspettando di attraversare la strada quando un cieco arriva col suo cane guida.
Il semaforo e' verde e invece che aiutare il padrone il cane alza la zampa e gli piscia sui pantaloni.
L'uomo prende un biscotto e lo porge al suo cane.
John ci rimane malissimo e chiede al cieco: "Se fosse stato il mio cane gli avrei tirato un calcione nel culo!".
Con calma il cieco risponde: "E' quello che sto cercando di fare, ma prima devo almeno trovare la testa!".
Due amici parlano al bar.
- Peppino, se tu trovassi un uomo a letto con tua moglie cosa gli faresti? - Come minimo gli spezzerei il bastone e gli ammazzerei il cane! - Ma che sei scemo? Come sarebbe a dire gli spezzi il bastone e gli ammazzi il cane? - A Giova', solo un cieco potrebbe andare con mia moglie!
L'Uomo Invisibile ha sposato una cieca che lo trova normalissimo.
"Come va?" chiese il cieco allo zoppo.
"Come vede..." rispose lo zoppo al cieco.
Un tetraplegico cerca di attraversare lo stretto di Messina, ma a meta' traversata desiste e si ritira dalla epica impresa.
Al giornalista che gli chiede come mai abbia interrotto la traversata risponde: "Avevo le orecchie stanche!".
Un muto cerca disperatamente un dottore che lo guarisca dal suo handicap.
Un giorno gli dicono che esiste un dottore che per questa malattia fa miracoli e cosi' lo va a trovare.
Spiegato il suo problema al dottore questi gli ordina di spogliarsi nudo e di piegarsi in avanti.
Pur non comprendendo il perche' della richiesta il muto esegue le indicazioni del dottore e non appena si trova nudo sente un enorme membro che lo incula, per cui urla: "Aaaaahhh!".
Il medico allora: "Bene, mio caro, ora potete rivestirvi ... e tornate domani per la B".
Una signorina inglese di buona famiglia sposa un rude minatore del Galles.
La prima notte di nozze lei si fa trovare a letto indossando una casta camicia da notte di pizzo.
Lui, in canottiera e mutandoni ascellari, prima di infilarsi sotto le coperte si svita il piede destro, di legno, ricordo di un incidente in miniera.
La timida sposa, che non era a conoscenza del lieve difetto fisico, rimane molto impressionata e, la mattina successiva, telegrafa alla madre: DEAR MOTHER MY HUSBAND ONLY ONE FOOT.
La mattina seguente giunge il telegramma di risposta della madre: CONGRATULATIONS YOUR FATHER ONLY SIX INCHES.
Due muti decidono di raccogliere due puttane e di andare a divertirsi a casa di uno di loro.
Ma mentre si dirigono verso casa uno dei due muti (col linguaggio dei gesti) dice: "Tu hai dei preservativi?".
E l'altro: "No.
E tu?".
"No, neanch'io.
Ma non ci sono problemi.
Ne compriamo qualcuno in Farmacia".
Cosi' arrivati ad una farmacia il primo scende dall'auto, entra nella farmacia, ma poco dopo ne riesce dicendo (sempre a gesti): "C'e' un problema.
Non riesco a far capire al farmacista cosa voglio".
E l'altro: "Adesso ti spiego cosa devi fare per farti capire dal farmacista.
Tu torni dentro, posi 10.000 lire sul bancone, ti apri la patta dei pantaloni, lo fai uscire e lo posi sul bancone vicino ai soldi".
Il secondo muto rientra in farmacia, ma poco dopo ritorna affranto e sempre a gesti dice: "Non ha funzionato! Ho fatto come hai detto: sono entrato, ho posato i soldi sul bancone, ho aperto la patta dei pantaloni, l'ho tirato fuori e l'ho appoggiato sul bancone ... e allora il farmacista ha tirato fuori il suo, l'ha appoggiato sul bancone e ha detto: 'Il mio e' piu' grosso' e si e' preso i soldi".
Un poveraccio non ha ne' braccia ne' gambe a causa di un'esplosione di una bomba ancora carica ritrovata casualmente.
Va al mare, e dopo aver assistito con tristezza ai bagni che tutti fanno con padronanza di movimenti, invita il suo amico, che lo aveva accompagnato, a portarlo in mare, perche' anche lui dice di voler fare un bagno.
Dopo la perplessita', e l'insistenza del poverino, l'amico lo aiuta ad andare in acqua, quando il mutilato gli chiede di dirgli tante parolacce, il piu' pesanti possibile, ma subito... Ottenute le stesse, l'handicappato si mette a nuotare velocissimo, fendendo le onde.
Alla fine l'amico non puo' fare a meno di chiedergli: "Ma come hai fatto a nuotare cosi'?".
Risposta: "Ad un mutilato che si sente dire tante parolacce lo sai come gli girano le..."
Inserzione giornalistica: Mutilato di guerra, senza braccia ne' gambe, cerca lavoro come fermacarte.
Un piccolo handicappato senza braccia e senza gambe si presenta in piscina con la sua classe.
Quando il maestro di nuoto domanda chi sa nuotare il piccolo risponde: "Io, io... ".
Il maestro non ci crede e il piccolo per dimostrarlo si butta in acqua nuotando benissimo.
Al ritorno dalla nuotata il maestro gli chiede: "Bravo, ma dove hai imparato a nuotare cosi' bene?".
"E' stato il mio papa', tutte le settimane mi portava al mare e mi gettava nell'acqua, per cui dovevo imparare a nuotare".
"Ed e' stato molto duro?".
" No, la cosa piu' difficile era uscire dal sacco di plastica...".
Campionati internazionali di nuoto per handicappati: sulle pedane sono tutti pronti, chi senza un braccio, chi senza un gamba; nell'ultima corsia c'e' anche uno fornito della sola testa.
Viene data la partenza e tutti scattano, anche la testa, ma questa malgrado gli sforzi rimane ai blocchi di partenza.
Alla fine della gara tutti guardano la testa che ancora galleggia vicino al suo blocco di partenza.
Un commissario la prende e le chiede cosa e' successo: "Ci ho messo 20 anni ad imparare a nuotare con le orecchie e oggi uno stronzo mi ha messo la cuffietta!".
Una donna mette un annuncio sul giornale: "Cercasi uomo maturo che mi ami sul serio senza scappare di casa, che non sia manesco e soprattutto che sia molto virile".
Un giorno suonano alla porta, va ad aprire e.... vede un handicappato, un uomo sulla sessantina, senza braccia, seduto su una sedia a rotelle che dice: "Sono venuto per l'annuncio...".
"L'annuncio? Ma che dice?".
"Ma si', l'annuncio che ha scritto sul giornale.
Lei voleva un uomo maturo, ed io ho avuto le mie esperienze: due mogli e quattro figli.
Nell'annuncio c'era scritto che voleva un uomo che non scappasse di casa, ed io sono sulla sedia a rotelle ... che non fosse manesco ed io le mani le ho perse in guerra...".
La donna sconvolta non sa cosa rispondere.
Poi, le viene un'illuminazione e dice: "Ok, ma la terza cosa? Che fosse virile?".
E mentre dice cio' guarda l'uomo curiosa di sapere cosa avrebbe risposto.
Questi, senza segni di imbarazzo, le dice: "E secondo lei, come ho fatto a suonare il campanello?".
Perche' i sordomuti di fanno le seghe con la mano sinistra? Perche' usano la destra per dire "aahhh mmhhhh".
Un ragazzo in cerca di lavoro e con un tic (muove di continuo il braccio col pugno chiuso avanti e indietro nel tipico gesto del 'fottere') si presenta al proprietario di un negozio di biancheria intima femminile.
"Ma lei conosce il mestiere? ".
"Certo! [sempre facendo il gesto] Ho lavorato in vari negozi".
Ma il proprietario ha delle perplessita' vedendo il tic del ragazzo: "Ma, lei capisce, con quel tic ...".
"Guardi che non e' un problema [sempre facendo il gesto], mi basta un'aspirina e mi passa".
"Davvero? Se e' cosi' la assumo".
Il ragazzo [continuando a fare il gesto], inizia a frugare nelle tasche tirando fuori una gran quantita' di preservativi.
Il padrone del negozio lo guarda incuriosito e preoccupato.
Alla fine il ragazzo trova le aspirine, le prende ed il suo tic si placa.
E il padrone: "E' vero! Ma, mi tolga una curiosita'.
Come mai ha tutti quei preservativi?".
E il ragazzo, mimando il gesto: "Ma lei ha mai provato ad entrare in una farmacia, nelle mie condizioni, e chiedere delle aspirine?".
Un anziano accompagnatore turistico si incontra con un collega: "Dove vai domenica?".
"Mah, devo andare ad Assisi... con dei sordomuti.
Capirai, non l'ho mai fatto e sono preoccupato".
"Ma no! Se i sordomuti alzano due dita, vuol dire che devono andare in bagno.
Se mettono la mano di taglio sullo stomaco, vuol dire che hanno fame. Tutto qui.
E' semplice".
Arriva domenica e il gruppo parte.
Dopo un po' di strada, l'accompagnatore vede che tutti alzano due dita.
Fa fermare l'autista alla prima stazione di servizio e tutti scendono diretti verso la toilette.
Dopo un paio d'ore di viaggio, l'accompagnatore vede che tutti fanno segno con la mano sullo stomaco. Fa fermare l'autista al primo ristorante e tutti scendono per mangiare.
L'accompagnatore, oramai rilassato, fa ripartire la corriera.
A un certo punto vede che sono tutti con la bocca aperta e il naso in aria.
Non sapendo che fare, chiama col telefonino il collega anziano che gli chiede coma vada: "Ah guarda, fin qui tutto bene: hanno alzato le dita, e li ho portati in bagno; hanno messo la mano sullo stomaco, e li ho portati al ristorante; adesso, pero', sono tutti con il naso in su e la bocca aperta: non staranno male?".
"Ma no, stanno CANTANDO!".
Ho visto una porta chiudersi in un ostinato mutismo...
"Pierino, se continui a masturbarti perderai la vista!".
"Papa', guarda che sono da quest'altra parte!".
Un ragazzo non piace molto alle donne perche' ha una gamba di legno.
Vorrebbe sposarsi, ma a causa della gamba e della sua timidezza cio' e' difficile.
I suoi amici gli consigliano di non rivelare il suo handicap se vuole concretizzare il suo sogno di matrimonio.
Cosi' quando si innamora di una bella ragazza le tiene nascosto il suo problema fino al giorno delle nozze.
Cosi' la notte delle nozze lei non e' ancora al corrente di nulla.
Mentre lei e' in bagno lui si spoglia, si leva la sua gamba di legno e si mette sotto le coperte. Quando la sua donna lo raggiunge lui le dice: "Cara, ho una grossa sorpresa per te" e cosi' dicendo prende la sua mano e la piazza sul suo moncone: "Hummmm - dice lei sorridendo - per essere una grossa sorpresa e' una grossa sorpresa! Ma passami la vaselina e vedro' quello che posso fare!".
Il dottore al matto: "Perche' lei sta qui in manicomio se ragiona benissimo?".
"Perche' sono sordomuto dalla nascita!".
A Lourdes c'e' una piscina dei miracoli dove tuffandosi dentro i desideri delle persone si possono avverare.
Uno zoppo prendendo la rincorsa ci si tuffa dentro, e dopo pochi secondi torna su e comincia a correre e a gridare: "Corro, corro, sono guarito!".
Stessa cosa per molte altre persone che vedono guariti i propri handicap (ciechi, sordi, ecc).
Ad un certo punto, un uomo su una carrozzella si butta nella piscina e non torna piu' fuori.
Un minuto, due minuti e poi salta fuori sulla carrozzella gridando: "Vai! Cerchi in lega!!".
Beethoven era talmente sordo che per tutta la vita ha creduto di essere un pittore. (Cavanna).
All'asilo: "Ciao bambina come ti chiami?".
"Viola, perche' alla nascita una viola e' caduta su di me".
"E tu come ti chiami?".
"Rosa perche' alla nascita una rosa e' caduta su di me".
"E tu?" rivolgendosi a un bimbo tutto malridotto: "Pino!".
Alcuni signori decidono di fare un corso di paracadutismo.
Dopo un breve corso teorico, sull'aereo pronto per il decollo, l'istruttore ripete le ultime istruzioni: "Per aprire il paracadute, dovete premere il pulsante rosso.
Se non vi si apre schiacciate il pulsante verde.
Ma se proprio non vi si apre ancora, allora premete il pulsante giallo, e sicuramente il paracadute si aprira'".
Giunti ad alta quota, il primo si butta, preme il pulsante rosso e il paracadute si apre regolarmente.
Si butta poi il secondo, ma premendo il pulsante rosso, il paracadute non si apre.
Subito, ricordandosi di quello che aveva detto l'istruttore alla partenza, preme il pulsante verde, e regolarmente il paracadute si apre.
Si butta poi un terzo paracadutista, ma dall'alto non si vede nessun paracadute che si apre. Si vede solo il paracadutista che agita follemente le gambe e le braccia e che manda imprecazioni.
Ma ... niente ... non si vede alcun paracadute aprirsi ... e lui continua la folle discesa ad altissima velocita'... Al che l'istruttore chiama gli altri che si devono ancora buttare e dice loro: "Hei! Venite a vedere come va giu' il sordo!".
Tre donne arrivano in Paradiso e San Pietro dice loro: "Quante di voi hanno tradito il marito? Chi l'ha tradito alzi la mano".
Allora due donne alzano la mano.
San Pietro dice: "Tutte e tre in purgatorio, anche la sorda!".
"Mamma, mamma, perche' mi chiamano spastico a scuola ?".
"Zitto e tira fuori le gambe dalle tasche!".
A volte a Lourdes i film muti si mettono a parlare. (Romano Bertola).
Perche' le scoregge puzzano? Per i sordi.
Cosa sono quei rilievi intorno ai capezzoli femminili? E' braille e c'e' scritto "SUCCHIA QUI".
All'uscita dalla discoteca un uomo rimorchia una ragazza e, senza dover neanche troppo faticare, riesce a portarsela a letto.
In camera lui si toglie i vestiti e si sdraia su un lato del letto.
Sull'altro c'e' gia' lei che, con un rapido gesto... si sfila la parrucca.
Lui sgrana gli occhi, ma lei indifferente continua, togliendosi un occhio di vetro.
Lui ha un moto di raccapriccio, ma lei insiste svitandosi una mano e sganciandosi una gamba finta... Dopodiche' dice: "Ecco caro, sono pronta".
E lui, rassegnato: "... passamela!".
Un cieco passa davanti a una pescheria e dice: "Salve ragazze, fa caldo d'estate!".
Alcuni turisti stanno visitando un bel posto di campagna dove vorrebbero passare qualche settimana di vacanza.
Il posto e' bello, ma e' pieno di zanzare.
Il padrone di casa cerca di convincere i turisti in tutti i modi, ma il problema zanzare e' il piu' preoccupante: "Ma vedete, se le zanzare sono un problema noi possiamo risolverlo spalmando di miele il nonno, cosi tutte le zanzare andranno da lui...".
I turisti sono inorriditi: "Che orrore, ma il vostro povero nonno si grattera' a sangue!".
"No di certo! E' paralizzato!".
Colmo per un sordo: non sentire ragioni.
Perche' e' utile avere una passeggera bionda ? Perche' si puo' parcheggiare nella zona riservata agli handicappati.
Se sei muto ridi con gli occhi, se sei cieco ridi con la bocca.
Se sei muto e cieco c'e' poco da ridere. (Freak Antoni).
Un uomo sta passeggiando lungo una spiaggia isolata quando si imbatte in una giovane donna avvolta in una coperta che sta piangendo. Il viso e il busto della ragazza sono piacevoli, ma purtroppo e' senza braccia e senza gambe.
L'uomo le si avvicina e le chiede perche' stia piangendo e se puo' aiutarla.
E la donna: "Ho 25 anni e nessun uomo mi ha mai baciata".
L'uomo si china su di lei e la bacia languidamente a lungo.
Lei lo ringrazia e appena l'uomo si allontana un po' si rimette a piangere a dirotto.
L'uomo ritorna sui suoi passi e le chiede: "Che c'e' che non va ora? Sei stata baciata.
Non sei felice?".
La ragazza risponde: "Si', sono felice, ma io ho 25 anni e nessuno mi ha mai accarezzato il seno e tra le cosce".
Allora l'uomo le toglie il suo costume da bagno e con piacere di ambedue fanno a lungo del petting. Alla fine lei ringrazia e quando lui se ne sta andando si mette di nuovo a piangere con insistenza.
Lui le chiede allora: "Che c'e' ancora? Ti ho baciata, ti ho accarezzata, ti ho detto che sei bella. Non sei felice?".
E la ragazza: "Si', sono felice, ma ho 25 anni e non sono mai stata fottuta".
Allora l'uomo si china su di lei, la prende in braccio, la porta in riva al mare tra le onde e le dice: "Aspetta l'alta marea e vedrai come sarai fottuta!!"
Dio e' amore.
L'amore e' cieco.
Ray Charles e' cieco.
Ray Charles e' Dio.
Una volta un muto molto saggio scrisse: "Io non parlo con gli idioti".
Il Papa va ad inaugurare una pista di atletica leggera per bambini handicappati.
Mentre sta per inaugurare un busto in bronzo lo spinge, il busto cade e spappola tutte e due le gambe del chierichetto, che cade gridando.
Il papa cerca di rialzarlo e con voce comprensiva gli fa: "Vai pure a gareggiare anche tu, figliolo!!!"
Colpita dalle radiazioni, una donna da' alla luce un bambino piccolino e tutto peloso.
Il medico non se la sente di dirlo subito al padre e lo fa entrare da solo nella incubatrice in modo che se ne possa rendere conto.
Il padre entra, poi ad un certo punto il medico sente un urlo spaventoso ed entra nella stanza chiedendo: "Allora, ha visto suo figlio?".
E il padre sgomento: "Macche', non ancora.
Ho visto un ragno grosso cosi' e per fortuna sono riuscito ad ammazzarlo!!".
Inserzione giornalistica: Monco mano destra conoscerebbe monco mano sinistra per comprare guanti insieme.
Un ragazzo obbligato su di una sedia a rotelle, passeggiando si accinge ad attraversare un passaggio a livello quando di ritrova incastrato con una ruota della sua sedia dentro i binari.
Dopo vani sforzi per divincolarsi e, vedendo le asticelle abbassarsi comincia a gridare : "Casellante!!! Casellante!!!".
Ma nessuno si vede.
Il ragazzo insiste: "Casellante!!! Casellante!!!".
Ma niente... Vede il treno avvicinarsi e allora ancora con piu' insistenza e a voce stridula: "Casellante Casellaaaaaaaaanteeeeeee!!!".
E ancora niente... Il treno ormai a pochi metri fischiando copre l'ultimo grido del ragazzo: Casellante!!!".
A questo punto esce dalla sua cabina il casellante del passaggio a livello che esclama: "Che c'e'??".
Ed il ragazzo: "Senti che botto!!!".
"Basta la vista" come disse un sordomuto spagnolo.
Il primo libro in braille era di Cecov.
Se sbatto due volte la palpebra dell'occhio destro, poi ripeto la cosa con l'occhio sinistro, poi di nuovo col destro, poi ancora col sinistro, cosa sto imitando? Christopher Reeve che balla la macarena!
Un mafioso arruola un sordomuto per ritirare il pizzo dai vari negozianti cui garantisce la protezione.
Ma dopo la prima settimana il sordomuto non si presenta con l'incasso.
Il mafioso lo intercetta con due suoi uomini: "Allora... dove sono i soldi?".
Ma il sordomuto fa segno che non sente.
Allora cercano un'assistente sociale che conosce il linguaggio dei segni per interrogarlo: "Domandagli dove sono i soldi?".
Il ragazzo gesticola e il sordomuto risponde.
L'assistente sociale traduce: "Dice che non capisce".
I picciotti spianano le pistole sulla faccia del sordomuto e rinnovano la domanda: "Ora chiedigli dove sono i soldi!".
Il giovane ripete i gesti e il sordomuto rispondendo a gesti segna che i soldi sono nel materasso a casa sua e che e' pentito e chiede perdono.
"Cosa dice?" chiedono i picciotti.
E l'assistente sociale: "Dice che vi potete fottere, mafiosi di merda!!".
L'altra sera sono andato in discoteca; ad un tratto mi sono accorto che una ragazza mi stava guardando; decido di invitarla a ballare, ma lei con uno sguardo triste mi risponde: "Non posso, mi dispiace" e subito mi accorgo della sedia a rotelle e che non ha le gambe! Per rimediare alla gaffe mi metto a scambiare quattro chiacchiere.
Ad un certo punto mi chiede se la posso riaccompagnare a casa.
Dico di si' e lei monta abilmente sulla sua sedia a rotelle e altrettanto abilmente monta in macchina e comincia ad indicarmi la strada per casa.
Ma invece di andare a casa mi fa dirigere verso un boschetto.
Mi chiede di portarla in braccio fin sotto l'albero, dove comincia a farmi un discorso sulle difficolta' che hanno gli handicappati nella vita sentimentale.
All'improvviso con le sue forti braccia si attacca ad un ramo dell'albero e si solleva dal suolo restando a penzoloni: "Ti prego, prendimi.
Ho tanta voglia di fare l'amore".
Io non me l'aspettavo proprio e non mi sentivo 'preparato', quindi l'ho riportata a casa tutta arrabbiata.
Arrivati a casa senza scambiare neanche una parola, mi apre la porta la madre della ragazza che comincia a ringraziarmi, mi invita ad entrare in casa, mi offre il vino migliore, chiama tutta la famiglia e cominciano tutti a ringraziarmi.
Insisto a dire che non ho fatto nulla di eccezionale, che ho solo riaccompagnato la figlia a casa.
"Tu sei stato gentilissimo, noi vogliamo ancora ringraziarti".
"Ma io veramente non ho fatto nulla...".
E la madre per tutta risposta con aria sollevata mi dice: "E' che tutti gli altri, di solito, la lasciano appesa all'albero".
Una coppia aveva due bambini gemelli di cui uno sfortunatamente muto.
La madre dopo infinite visite presso mille dottori decide di partecipare ad un pellegrinaggio a Lourdes.
Prende il piccolo e parte. Giunta a Lourdes si mescola ai fedeli e prega intensamente quindi prende il bambino e lo butta nella vasca.
Il bimbo incomincia ad annaspare e urla: "Brutta bagascia! E' fredda!".
La madre travolta da una gioia incontenibile corre ad un telefono e chiama il marito: "Mario... Mario... miracolo! Il bambino ha parlato".
E il marito: "Ah si' ? E cosa ha detto?".
"Mi ha detto bagascia, l'acqua e' fredda!". "E ti ha detto poco... perche' il muto lo hai lasciato qui !".
Un tizio va dal dottore e gli racconta della moglie: "Dottore, ho l'impressione che mia moglie sia sorda perche' non mi sente mai la prima volta e sempre le devo ripetere le cose".
E il dottore gli da' questo consiglio: "Bene, torni a casa e stando lontano da sua moglie 8 metri le dica qualche cosa.
Se non ottiene risposta si avvicini a 6 metri e poi a 4, poi a 2 ... cosi' possiamo renderci conto di quanto grave sia il difetto uditivo di sua moglie".
Il marito ringrazia per il consiglio e tornato a casa si pone a 8 metri dalla moglie che sta in cucina a preparare una minestra di verdure e le dice: "Cara, cosa c'e' per cena?".
Nessuna risposta.
Si avvicina a 6 metri e rifa' la domanda.
Nessuna risposta.
Si avvicina a 6 metri e rifa' la stessa domanda.
Nessuna risposta.
Allora si avvicina ancora fino ad arrivarle alle spalle proprio dietro l'orecchio e le chiede ancora: "Cara, cosa c'e' per cena?".
E la moglie: "Per la quarta volta, minestra di verdure!".
L'ho sempre trovata una cosa stupida che i ciechi vadan in giro con gli occhiali scuri.
E' come se i sordi andassero in giro coi tappi nelle orecchie.
Un bambino cieco un giorno dice alla mamma: "Mamma, vorrei tanto vedere".
La sua mamma ci pensa un po' e risponde: "Bene figliolo, oggi e' il 31 marzo e la leggenda dice che se preghi forte, fortissimo, le tue preghiere saranno ascoltate".
Cosi' il bambino la sera va a letto 2 ore prima del solito e comincia a pregare fino a quando non si addormenta per la stanchezza.
Nel mezzo della notte si sveglia e si accorge che la notte non e' ancora trascorsa, e allora ricomincia a pregare sino a che, sfinito, non si addormenta di nuovo.
Finalmente la mattina dopo si sveglia e comincia a gridare: "Mamma, mamma, corri, presto!".
La mamma arriva correndo e dice: "Che succede, bambino mio?".
"Mamma, ho fatto come mi hai detto, ho pregato e pregato tutta la notte, ma mi sono alzato stamattina e sono ancora cieco !".
E la mamma con un sorriso: "PESCE D'APRILEEEEE !!!!".
Un uomo e sua moglie sono in macchina e stanno litigando violentemente.
Lei per la rabbia si sposta sul sedile posteriore e continua a litigare e a insultarlo.
Nell'eccitazione della lite lei lascia la portiera posteriore aperta e ad un certo punto vola fuori. Qualche isolato piu' in la' un vicino che ha visto tutto lo ferma e gli dice: "Tua moglie e' caduta dalla macchina qualche isolato piu' in la' ".
L'uomo guarda dietro verso il sedile posteriore ed esclama: "Grazie a Dio! Credevo di essere diventato sordo!".
Una vecchietta sull'autobus e' in piedi di fronte ad un giovanotto che mastica una gomma.
La vecchietta lo osserva per alcuni minuti e poi si rivolge al ragazzo ad alta voce: "E' inutile che insista giovanotto... non capisco... sono sorda!"
Il massimo della sfiga? Un monco appeso ad una rupe col prurito al culo!
Spinto dal desiderio di guarigione, uno storpio si reca in un paesino sperduto dove pare che un prete compia miracoli.
Entra in chiesa faticosamente appoggiandosi su due robuste stampelle: "Padre, sono storpio dalla nascita, la mia vita e' un inferno, un miracolo e' la mia ultima speranza".
Al che il prete gli chiede: "Non preoccuparti, figliolo, come ti chiami?".
"Mi chiamo Peppe".
"Bene Peppe, tu hai fede in Dio?".
"Certo!".
"Allora vai dietro l'altare e... prega... Anch'io preghero' e vedrai che il miracolo arrivera'!". Rincuorato Peppe si avvia zoppicando dietro l'altare.
Passano un paio d'ore, durante le quali sia il prete che Peppe pregano... pregano... pregano, e a un certo punto entra un altro sventurato che con voce strozzata e balbettando fa: "Paaadreee... la pregooo... ho avuto una terribile malattiaaaa... non riesco piu' a parlare beeeneee... e... non ce la faccio piuuuuu'... ".
Al che il prete gli risponde: "Non preoccuparti figliolo, come ti chiami?".
"Mi chiamo Giovanni".
"Bene, Giovanni, tu hai fede in Dio?".
"Certo!".
"Allora vai dietro l'altare e... prega... Vedrai che il miracolo arrivera' ".
Giovanni rincuorato da tanta sicurezza si avvia andando dietro l'altare.
Passano le ore, durante le quali sia il prete che Peppe e Giovanni pregano... pregano... e pregano.
Ad un tratto il prete, quasi delirando, alza la testa, rivolge gli occhi al cielo e grida: "Peppeeeee, lancia una stampellaaaaa, che non ti serve piu'!".
E... vooomm da dietro l'altare vola una stampella.
E il prete, gridando piu' forte: "Peppeeeee, lancia anche l'altra stampellaaaaa, che non ti serve piu'!".
E... vooomm da dietro l'altare vola l'altra stampella.
E allora il prete gridando a piu' non posso, in pieno delirio da miracolo: "Giovanniiii parlaaa, di' qualcosaaaa!".
E Giovanni, affacciandosi da dietro l'altare, indicando con il pollice dietro di lui, con voce strozzata e balbettando fa: "... e' caaascato Peeeeppe...".
Ho fatto domanda di lavoro all'Amplifon.
Non mi hanno risposto... avevano l'apparecchio spento.
E' morto un famoso sordomuto.
Reverenti osserviamo un minuto di fracasso (Romano Bertola).
Non c'e' peggior sordo di chi e' sordo veramente (Aldo & Giovanni & Giacomo).
Di mestiere vendeva levrieri ai ciechi che hanno fretta (Mario Zucca).
A volte un atteggiamento rigido e' conseguenza di una paralisi. (Stanislaw Lec)
Al telefono: "Pronto, qui parla l'istituto dei sordomuti!". "Miracolo!".
 


© 2000 - /\/\arco /\/\ex