Ricerca la tue barzellette preferite tra le oltre 10.000 catalogate.     
  
tutte le parole    almeno una parola

 
Aerei e piloti
Il capitano McKenzie sta volando con il suo aereo trielica sulle foreste canadesi quando ad un certo punto: "Capitano! Il motore uno sta perdendo colpi!".
"Niente paura, qui c'e' il capitano McKenzie, lasciate fare a me".
E grazie alla sua abilita' il capitano McKenzie controlla perfettamente l'aereo.
Dopo un po': "Capitano! Il motore due non funziona piu'!".
"Niente paura, qui c'e' il capitano McKenzie, lasciate fare a me".
E grazie alla sua abilita' il capitano McKenzie riesce di nuovo a far prendere quota all'aereo.
Ma dopo un altro po': "Capitano! Il motore tre si e' fermato!".
Stiamo precipitando!". "Niente paura, qui c'e' il capitano McKenzie".
Mentre l'aereo ormai sfiora le cime degli alberi il capitano McKenzie dice: "Aprite il portellone, prendete le cesoie e tagliate le cime degli alberi!". Sbigottito l'equipaggio comincia a tagliare le cime, e taglia, taglia ... "Capitano! Il motore uno ha ripreso a funzionare!".
Continuano a tagliare le cime degli alberi... "Capitano! Anche il motore due funziona!".
E cosi’ anche il motore 3.
L'aereo sotto la spinta dei tre motori riprende quota fra la felicita' dell'equipaggio che va dal capitano: "Ma capitano! E' incredibile! Come ha fatto? Perche' abbiamo tagliato le cime degli alberi?".
"E' semplice, se volere e' potere ... volare e' potare!".
In un aereo un cannibale guarda il menu ma non trova nulla che gli piaccia.
Chiama allora la hostess e le dice: "Signorina, posso avere la lista dei passeggeri?".
Un aereo precipita in una foresta infestata dai cannibali.
Il figlio cannibale dice al padre: "Che cos'e' quello?".
E il padre leccandosi le dita: "Carne in scatola, figliolo, carne in scatola...".
Un carabiniere e' in volo di addestramento ai comandi di un jet. Terminata la sua esercitazione la torre di controllo gli ordina il rientro: "Qui torre di controllo.
Appuntato Esposito, rientrare alla base!".
"Qui appuntato Esposito in fase di avvicinamento ... mi trovo a 500 metri dalla pista di atterraggio...".
"Bene, atterraggio autorizzato! Esegua pure le manovre di rientro!".
"Negativo, torre di controllo! Non posso atterrare! La pista e' troppo corta!".
"Non dica idiozie, appuntato! Atterri e basta!".
"Non posso, la pista e' troppo corta!".
"Esegua gli ordini senza discutere!".
"Ma la pista e' troppo corta!".
"Niente ma! Atterri e basta!".
Il carabiniere allora atterra, ma spezza le ali e distrugge l'aereo".
Il tenente corre con i soccorsi al recupero del carabiniere.
Si avvicina al rottame dell'aereo e il carabiniere gli dice: "Gliel'avevo detto, signor tenente, che la pista era troppo corta!", poi girando la testa a destra e a sinistra: "Ammazza pero' quant'e' larga...!".
Un elicottero e' precipitato su un cimitero.
I primi ad accorrere sono stati i carabinieri che hanno gia' recuperato i corpi di oltre 300 vittime.
Un elicottero dei carabinieri precipita e muoiono due carabinieri. Viene recuperata la scatola nera da cui risulta che le ultime parole sono state: "Appuntato, lo vogliamo spegnere questo ventilatore, che' qui fa troppo vento!".
Carabiniere telefona all'ufficio informazioni dell'aeroporto: "Quanto tempo impiega il volo Bologna-Roma?".
La centralinista: "Un attimo...".
E il carabiniere: "Grazie" e riattacca.
Colmo per un paracadutista N.1: giurare di non cascarci piu'.
Colmo per un paracadutista N.2: cadere dalle nuvole.
Colmo per un pilota e una hostess: capirsi al volo.
Qual e' il veicolo piu' incazzato? L'elicottero perche' gli girano sempre le pale!
I passeggeri di Top Class periti in incidenti aerei attenderanno il giudizio universale in una saletta riservata.
II Guerra Mondiale.
Scenario del Pacifico.
Un baldo aviatore americano, imbarcato su una portaerei, e' alla sua prima missione. Parte in effetti con un po' di paura, ma appena in cielo si sente un asso e abbatte in furiosi combattimenti uno dietro l'altro ben 12 aerei.
Quando la benzina sta per finire atterra sulla portaerei e va incontro all'ufficiale tutto gioioso: "Eccezionale! Ho abbattuto 12 aerei giapponesi!".
E l'ufficiale: "Male! Molto male! Onolevole aviatole amelicano!".
Un bambino triste: "Mia mamma e' in cielo".
Un tale: "Non rompere, bambino.
Sappiamo bene che tua madre fa la hostess: gira il mondo, scopa e si diverte!".
L'hostess ideale? Quella che vi chiede: caffe', the o me.
Sto cercando disperatamente di capire perche' i piloti kamikaze si mettessero i caschi in testa.
Un aereo che trasporta una comitiva di matti vola da parecchie ore.
All'improvviso un'esplosione distrugge il pavimento dell'aereo e tutti i passeggeri riescono a non precipitare nel vuoto aggrappandosi ai portabagagli del soffitto che ha resistito all'attentato.
Il comandante pero' avverte che essendo troppo pesanti uno dei passeggeri si deve sacrificare buttandosi nel vuoto.
Un bravo passeggero allora esclama: "Molto bene per il bene di tutti mi sacrifico io!".
A queste parole tutti i matti si mettono ad applaudire.
La squadra che ha vinto il torneo di calcio dei matti va in trasferta all'estero per la finale.
Sull'aereo, pero', i matti sono piuttosto irrequieti: giocano, si buttano a destra e a sinistra, saltano.
Ad un certo punto il pilota, che non ce la fa piu' a tenere l'aereo, chiama il responsabile della squadra e gli dice: "Senta, so che sono persone un po' particolari, ma io non so piu' come farli star tranquilli, non mi ascoltano.
Potrebbe provare lei a convincerli a stare fermi, se no qui ci schiantiamo".
"Non si preoccupi, ci penso io!" e se ne va.
Dopo qualche minuto la situazione e' decisamente migliorata, il pilota richiama il tizio: "Senta, devo proprio farle i complimenti, li ha proprio convinti a stare tranquilli... ma come ha fatto?".
"Oh, beh e' stato facile, ho detto: "Dai, ragazzi, che e' una bella giornata, tutti fuori a fare l'allenamento!".
Tre matti (o tre carabinieri) vanno all'aeroporto.
Vedono un aereo e il primo dice: "Accidenti, che aereo enorme! E chissa' a che velocita' arriva... secondo me fa i 200 all'ora".
Il secondo: "No, no, secondo me fara' i 400 all'ora!".
Interviene il terzo: "Ma siete matti? Fara' almeno 600 all'ora!".
Interviene nuovamente il primo: "Si', sta a vedere che vola!".
Cosa fa una molla in aeroporto? Boeing Boeing Boeing...
Tre amici, due italiani e un negro, si ritrovano sulla cima di una montagna per provare l'ebrezza del deltaplano.
Parte per primo uno dei due italiani dicendo: "Non e' certo difficile, basta un po' di coraggio e buttarsi".
Cosi' fa e in effetti dopo un lungo giro atterra felicemente in fondo alla valle.
Poco dopo parte il secondo italiano dicendo la stessa frase e anche lui dopo molti volteggi riesce ad atterrare in fondo alla valle evitando le cime degli alberi.
Alla fine si lancia il negro dicendo fra se' e se': "Se ci sono riusciti i due bianchi ci riusciro' anch'io".
Ma il negro non riesce a controllare il deltaplano e precipita sfracellandosi al suolo.
I due amici bianchi dal basso vedono l'incidente e decidono di andare alla ricerca del corpo dell'amico.
Si dividono con l'accordo di ritrovarsi piu' tardi nello stesso posto per capire come sia potuto avvenire l'incidente. Alla fine della giornata i due si ritrovano e uno di loro porta con se' la testa del negro.
Allora chiede: "Oh, finalmente! Ma perche’ ti porti dietro la testa del negro?".
E questi risponde: "Beh, tu volevi sapere come era avvenuto l'incidente e io ho pensato di portarti la scatola nera!".
Vi chiedete come mai il Papa bacia la terra tutte le volte che scende dall'aeroplano? Allora non avete mai volato con Alitalia!
Un uomo si lancia con il paracadute, ma al momento di aprirlo non si apre.
Allora prende il manuale del paracadute e legge: Risoluzione1.Tirare la leva A.
Tira la leva A ma il paracadute non si apre.
Legge ancora le istruzioni: se non funziona tirare la leva B. Tira la leva B, ma il paracadute non si apre.
Ritorna a leggere le istruzioni: se non funziona andare all'ultima pagina.
L'uomo scorre velocemente fino all'ultima pagina dove trova scritto: Padre Nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome...
Un aereo militare e' in volo per un lancio di para'.
Salta il primo e il paracadute si apre, salta il secondo e il paracadute si apre, salta il terzo e... si e' dimenticato il paracadute! Allora il sergente di turno chiama il miglior paracadutista della squadra, gli mette in mano una ricetrasmittente, dopodiche' gli dice di buttarsi e raggiungere ed agguantare lo sfortunato compagno (il tutto ovviamente in poche frazioni di secondo).
Questo salta, si avvicina in picchiata al compagno, quindi domanda al sergente: "Come faccio ad aiutarlo?". E il sergente: "Prendilo per la giacca!".
Il soldato esegue, ma la giacca si sfila.
E il sergente: "Prendilo per i pantaloni!".
Stessa sorte della giacca.
"Prendilo per le mutande!".
Il paracadutista agguanta i boxer dell'amico, che pero' si strappano.
"E' rimasto completamente nudo! Come faccio adesso?".
E il sergente: "Prendilo... prendilo... PRENDILO PER IL CULO!".
E il paracadutista rivolto all'amico: "Io ho il paracaduteeee... e tu noooo...".
"Non so se mi spiego" disse il paracadute.
"Spiegati meglio" ribatte' il paracadutista.
Corso di paracadutismo.
Prima lezione.
L’istruttore: "Dopo il lancio per aprire il paracadute dovete tirare questa leva qui.
Capito? Nel caso improbabile che qualcosa vada storto c'e’ il paracadute di emergenza.
Si tira questa leva qui ! Capito? ".
"E se non va bene neanche quella? ".
"Se non funziona nemmeno quella, allora pregate Budda".
Al primo lancio l'uomo sta rapidamente precipitando verso terra; si ricorda che deve tirare la prima leva, ma non succede nulla. Preso dal panico guarda la seconda leva, la tira e ... purtroppo non succede ancora nulla.
Allora ricorda la lezione dell'istruttore e prega Budda: "Ti prego o Sacro Budda, salvami ! ".
Le nuvole si aprono e una mano enorme raccoglie sul palmo il paracadutista e lo porta lentamente verso terra.
Il paracadutista e’ incredulo, si guarda attorno e con gli occhi gonfi di lacrime esclama "Grazie a Dio sono salvo".
E il Budda: "E allora muori infedele di merda".
Budda volta la mano e schiaccia il paracadutista al suolo.
Alcuni signori decidono di fare un corso di paracadutismo.
Dopo un breve corso teorico, sull'aereo pronto per il decollo, l'istruttore ripete le ultime istruzioni: "Per aprire il paracadute, dovete premere il pulsante rosso.
Se non vi si apre schiacciate il pulsante verde.
Ma se proprio non vi si apre ancora, allora premete il pulsante giallo, e sicuramente il paracadute si aprira'".
Giunti ad alta quota, il primo si butta, preme il pulsante rosso e il paracadute si apre regolarmente.
Si butta poi il secondo, ma premendo il pulsante rosso, il paracadute non si apre.
Subito, ricordandosi di quello che aveva detto l'istruttore alla partenza, preme il pulsante verde, e regolarmente il paracadute si apre.
Si butta poi un terzo paracadutista, ma dall'alto non si vede nessun paracadute che si apre. Si vede solo il paracadutista che agita follemente le gambe e le braccia e che manda imprecazioni.
Ma... niente... non si vede alcun paracadute aprirsi... e lui continua la folle discesa ad altissima velocita'... Al che l'istruttore chiama gli altri che si devono ancora buttare e dice loro: "Hei! Venite a vedere come va giu' il sordo!".
Salvatore sale per la prima volta sull'aereo che lo condurra' al primo lancio.
L'istruttore gli spiega: "Quando ti lanci tira la cordicella di sinistra.
Se non si dovesse aprire il paracadute tira la cordicella di emergenza, che si trova piu’ a destra.
Dopodiche’ una volta giunto a terra troverai la jeep che ti ricondurra’ al campo di addestramento.
Salvatore allora, giunto sul punto di lancio, si getta e lesto tira la cordicella di sinistra.
Niente, il paracadute non si apre.
Tira la seconda cordicella, e niente, ancora chiuso.
Allora tra se’ e se’ dice: "Cazzo, vuoi vedere che quando arrivo a terra non trovo neanche la jeep?".
Cosa fa un pilota barbuto che cade con l'aereo? Si rade al suolo.
Un aereo sorvola tranquillamente il cielo e raggiunge senza complicazioni la quota di crociera.
Il pilota aziona il Pilota Automatico ed apre il microfono per annunciare ai passeggeri: "Abbiamo raggiunto la velocita' di 560 nodi... siamo ad un'altezza di 8000 piedi, e tra 5 minuti potrete ammirare la catena Alpina alla vostra destra, il comandante vi augura un buon viaggio".
Il comandante pensa di aver chiuso il microfono, che invece rimane aperto: "E adesso me riposo na'nticchia, sto cazzo d'aereo mo se ne va pe i cazzi sua... Pe prima cosa me fo' na bella cacata... E ddopo pijo la hostess e me ce fo na scopata....".
La hostess nel corridoio sente (come il resto dei passeggeri) tutto questo turpiloquio e corre verso la cabina di pilotaggio per porre rimedio alla situazione, se non che inciampa nel bastone di una vecchiettina, finendo per terra.
Mentre sta per rialzarsi e ricomporsi, sente una vocina esile: " Fija mia ! E dove vai co tutta sta fretta ! Tanto ha detto che prima deve fa na cacata !"
Torre di controllo a pilota: "Altezza e posizione.
Passo".
Pilota a torre di controllo: "Sono alto 1.70 e sto seduto.
Passo".
In Sud Africa un aereo perde un motore e il comandante tenta disperatamente di tenerlo in quota.
Allora ordina a tutti i passeggeri di gettare via tutti i bagagli; ma l'aereo ancora e' troppo pesante.
Ancora ordina di gettare via tutti i sedili: niente da fare, l'aereo perde ancora quota.
"Siamo disperati" -dice ai passeggeri- "Se nessuno si sacrifica moriremo tutti".
I passeggeri decidono allora un metodo per risolvere la questione.
Propongono di fare una domanda a ciascuno.
Chi non risponde deve buttarsi. Allora il vice-comandante si avvicina ad un Australiano e gli chiede: "Come si chiamano gli abitanti dell'America ?".
E quello: "Americani !".
Si avvicina ad un Francese e gli chiede: "Come si chiamano gli abitanti dell'Inghilterra ?".
E quello: "Inglesi!".
Ad un certo punto vede un negro e gli si avvicina: "Ehi, tu, dimmi, come si chiamano gli abitanti della Cina ?".
E quello: "Cinesi !".
"Nooo, i nomiii".
Un mammifero volante? La hostess.
Il Papa, quando e' in aereo, si puo' considerare ancora il rappresentante di Dio in Terra?
Un tedesco, un francese, un italiano e un ebreo viaggiano insieme su un aereo.
Il pilota dice: "Attenzione, a causa di una perdita di potenza, uno di voi deve buttarsi dall'aereo e purtroppo siamo senza paracadute".
L'ebreo dice: "Beh, signori, non c'e' nemmeno bisogno che io vi convinca.
Sono gia' stati sacrificati milioni di ebrei. Questa volta deve sacrificarsi qualcuno di voi.
L'italiano dice: "Signori, a casa ho moglie e 4 figli, tutti disoccupati.
Se muoio nessuno li puo' aiutare".
Il francese dice: "La mia patria ha fornito milioni di morti per la causa della civilta', uguaglianza, fraternita'... Allora il tedesco: "Ho capito.
Alla fine tocca sempre a noi risolvere i problemi.
Si alza, si incammina verso il portellone di lancio, prende l'ebreo e lo butta fuori.
Il santo protettore degli aviatori: San Giovanni Battista perche' fu... decollato!
Statistiche.
L'istruttore dice agli allievi paracadutisti: "Oggi impariamo a lanciarci.
Nessuna paura.
Le statistiche dicono che avviene un incidente ogni 500 lanci... e siccome voi site 200 non correte nessun rischio! ".
Gli UFO esistono; e' l'aviazione che non esiste.
Durante un viaggio aereo mi e' capitato un vicino di posto che dava l'idea di avere molta paura.
Allora cosi' per rompere il ghiaccio dissi: "E' nervoso?".
E lui: "Eh si', molto".
"Ma - ripresi - e' la prima volta?".
"No, sono stato nervoso altre volte".
Ho saputo che negli aerei mettono una piccola scatola nera indistruttibile utile in caso di incidente.
Ma perche' allora non fanno tutto l'aereo con tale materiale?
Due carabinieri restano fermi nel cortile a guardare un elicottero che e’ fermo in aria sulla loro caserma.
Ad un certo punto arriva il maresciallo: "Ma che cacchio fate da venti minuti li’ impalati con il naso in su?".
Ed i carabinieri : "Niente signor maresciallo, stavamo preoccupandoci per la presenza di quell'elicottero, e’ li’ da mezz'ora e non va ne’ avanti ne’ indietro".
Pronto il maresciallo ribatte: "Cretini, non vedete che e’ finita la benzina?!"
Su un aereo in avaria viaggiano il Papa, D'Alema, Scalfaro e un giramondo.
La legge della barzelletta fa si' che ci siano solo tre paracadute.
D'Alema afferra il primo e dice: " Io sono indubbiamente il piu' astuto, sono pronto nelle decisioni quindi..." e si lancia. Scalfaro afferra il secondo dicendo: "Conscio dell'alta dignita' e responsabilita' della mia carica, delle aspettative che la nazione ripone in me, io devo mettermi in salvo" e scompare attraverso il portello.
Restano il Papa e il giramondo a guardarsi.
Sua Santita' guarda il giovane, ne ravvisa la somiglianza con Gesu' e decide di sacrificarsi: "Figliolo, io sono vecchio e atteso in cielo, quindi sarai tu a salvarti, ma prima devo dirti alcune cose che tu insegnerai nel mondo, se vuoi far cosa grata a questo vecchio prete".
"Santita'" lo interrompe il ragazzo, "mi risparmi il sermone, perche' possiamo salvarci tutti e due, non ha visto che il piu' astuto s'e' buttato col mio sacco a pelo?".
Un carabiniere paracadutista sta facendo esercitazioni di lancio assieme ad altri colleghi di diverse armi.
Si butta, apre il paracadute e mentre plana lentamente verso terra viene passato in velocita' da un finanziere urlante col paracadute chiuso, passa qualche secondo e passa un finanziere col paracadute chiuso, seguito da un poliziotto nelle stesse condizioni.
a quel punto il nostro bravo carabiniere dice "e per dio! e ditelo prima che e' una gara!!!" slacciandosi l'imbragatura...
Due aquile vedono passare un aereo a reazione.
Dice la prima: "Hai visto come corre?".
Risponde l'altra: "Vorrei vedere te con il culo in fiamme..."
Qual e' il contrario dell'elicottero? L'elicrudero!
"Concordo e sottoscrivo" come disse quello che volava sul Concorde e voleva fare la firma sul carrello.
Scuola militare di paracadutismo.
In aereo il tenente esorta gli allievi: "Allora ragazzi, e' giunta l'ora del vostro primo lancio dopo tanta teoria.
Siamo a 10.000 metri.
Preparatevi al lancio!".
Dal fondo dell'aereo si ode una vocina: "Ma non e' troppo alto?".
Il tenente ci pensa su e fa: "In effetti 10.000 metri per il primo lancio sono un po' troppi.
Pilota, scendi a quota 7.000 metri!".
Scesi a 7.000 metri: "Forza ragazzi, preparatevi al lancio, non abbiate paura! Siamo a 7.000 metri!".
Sempre la solita vocina dal fondo: "Ma non e' troppo alto?".
Il tenente ci pensa un po' e poi: "Avete ragione, e' ancora troppo! Pilota, scendi a 5.000 metri".
Giunti a 5.000 metri il tenente esorta gli uomini: "Questa volta niente storie! Siamo solo a 5.000 metri! Prepararsi al lancio!".
La stessa vocina: "Ma non e' troppo alto?".
Il tenente si sta per incazzare sul serio, poi pero' fa: "OK, pilota, abbassati a 2.500 metri! Ma non scendere oltre!".
Quando l'altimetro segna 2.500 metri il tenente tuona: "Siamo a 2.500 metri! Indossate e controllate il paracadute e lanciatevi! E' un ordine!".
E la solita vocina: "Aaaaahhh... ma col paracadute!!!".
Un gay e un vecchio prete in aereo sono seduti vicini.
L’hostess si avvicina e chiede al gay: "Vuole qualcosa?".
"Si'... si'... mi dia un whiskey!".
L’hostess lo serve porgendogli il bicchiere e poi rivolta al prete: "E lei, reverendo, cosa desidera?".
"Mai alcolici! Preferirei farmi possedere da Belzebu'...!".
Il gay allora rende il bicchiere alla hostess dicendo: "...non sapevo che si potesse scegliere!".
Il pilota dell'aereo del presidente Usa all'atterraggio: "Signor Presidente, ci prepariamo all'atterraggio.
Si ricordi di riportare la hostess in posizione verticale, grazie!!".
Un aereo sta precipitando.
Il comandante ai passeggeri: "Non preoccupatevi.
Dovete solo seguire le mie istruzioni: prendete il passaporto, infilatevelo bene in bocca e stringete forte".
La hostess: "Ma ha senso fargli fare tutto questo?".
"Certo che ce l'ha! Sa poi il casino al momento di riconoscere le salme!"
Spero di morire nel sonno come mio nonno e non nel terrore come i suoi passeggeri.
Un fotografo deve fare un servizio sui pompieri per un'importante rivista internazionale.
Scoppia un incendio in un bosco e il fotografo vi si reca, ma scopre che il fumo gli impedisce di fare delle belle foto.
Chiede allora il permesso di poter noleggiare un aereo per eseguire delle foto dall'alto.
La richiesta e' approvata e gli viene detto di recarsi al vicino aeroporto dove un aereo sara' pronto in pochi minuti.
Il fotografo corre all'aeroporto e li' giunto vede un aereo a due posti gia' pronto sulla pista di decollo con una persona che sta aspettando.
Si rivolge a questa dicendogli: "Eccomi, possiamo partire".
Il pilota fa decollare l'aeroplano e in pochi minuti sono in cielo.
Il fotografo dice al pilota: "Vola sopra al bosco vicino alle cime degli alberi in fiamme in modo che io possa fare qualche bella foto!".
"Perche'?" chiede il pilota.
"Perche' sono un fotografo e i fotografi fanno le foto".
E il pilota dopo un attimo di silenzio: "Questo vuol dire che lei non e' l'istruttore di volo?".
Si', ho cinquant'anni.
Ma se togliete tutto il tempo che ho aspettato i bagagli all'aeroporto... (Groucho Marx)
Se Dio avesse voluto che l'uomo volasse... gli avrebbe fatto l'uccello piu' grande. (Giorgio Trestini).
Scuola di paracadutismo: "Oggi facciamo una prova di lancio. Contate fino a dieci e poi aprite il paracadute".
Tutti si lanciano e arrivano a terra regolarmente, tranne uno che precipita e si sfracella al suolo scavando una buca.
Una squadra di recupero si precipita per portare aiuto e trovano il poveretto, un balbuziente, tutto rotto che dice: "Se... se... se... sette, o..., o..., o...tto..."
Volare e' utile, atterrare e' necessario (Eros Drusiani).
Non viaggio mai in aereo.
Il viaggio verso l'aeroporto mi fa venire il mal d'auto. (Milton Berle).
Malpensa: Aeroparto difficile.
Ustica, 27 giugno 1980.
"Oh, un aereo che cade...".
"Comandante esprima un desiderio". (Ziche & Minoggio).
Lo statistico e' colui che viaggia con una bomba nella valigia. Perche' due bombe nello stesso aereo e' statisticamente impossibile.
CHI MALPENSA MALPARLA.
Un paracadutista si reca presso l'ufficio brevetti e dice: "Ho fatto l'invenzione del secolo! Potrebbe salvare migliaia di paracadutisti sfortunati ai quali non si apre il paracadute!". L'addetto gli chiede: "E in cosa consiste?".
Quello tira fuori un gancio e dice: "Se non si dovesse aprire il paracadute, si tira fuori questo e... TAK, ci si aggancia!!".
"Ci si aggancia dove?".
"E che, devo inventare tutto io?".
Un aereo sta volando da Milano a Roma quando si sente il capitano all'interfono: "Signore e signori, e' il vostro capitano che vi sta parlando.
Questo e' il volo AZ293.
Stiamo volando da Milano a Roma, siamo a 8000 metri di altitudine, il tempo e' buono, l'arrivo previsto e alle ore 20.35... OH MIO DIO!!!".
Seguono alcuni minuti di silenzio e poi di nuovo la voce del capitano all'interfono: "Signore e signori, mi scuso se poco fa vi ho fatto preoccupare, ma mentre parlavo la hostess mi ha fatto cadere sui pantaloni una tazza di caffe' bollente che mi ha ustionato.
Dovreste vedere come si e' ridotto il davanti dei miei pantaloni!".
E un passeggero, rivolto al vicino: "Beh, dovrebbe vedere lui come e' ridotto il didietro dei miei!"
I passeggeri su un volo della Lufthansa sentono il seguente annuncio dal capitano: "Buongiorno, Signore e Signori, qui e' il capitano che vi parla.
Sono spiacente di dovervi informare che abbiamo perso potenza a tutti i motori e che quindi dovremo effettuare un ammaraggio di emergenza".
I passeggeri si preoccupano fortemente, c'e' chi inizia a pregare, chi si mette a piangere.
Una hostess va ad informare il capitano dello stato emotivo dei passeggeri ed il capitano fa un secondo annuncio: "Signore e Signori, noi alla Lufthansa siamo stati preparati per tutti i tipi di situazioni di emergenza.
Vorremmo dunque che vi metteste a sedere in modo da agevolare le operazioni di abbandono del velivolo una volta in mare. Percio' tutti i passeggeri capaci di nuotare sono pregati di spostarsi alle file di destra, e tutti i passeggeri che non sanno nuotare sono pregati di spostarsi alle file di sinistra".
Dopo questo annuncio i passeggeri si scambiano velocemente di posto secondo le richieste del capitano.
Due minuti dopo il capitano effettua un ammaraggio sull'oceano a dir poco perfetto.
Poi annuncia: "Signore e Signori, siamo ammarati sull'oceano.
Tutti i passeggeri seduti a destra aprano le uscite di emergenza, escano fuori dall'aereo e si allontanino a nuoto dal velivolo.
Per tutti i passeggeri seduti a sinistra: GRAZIE PER AVER VOLATO CON LUFTHANSA!
Qual e' il nome della compagnia aerea per pensionati? Incontinental.
Viaggiare con il Concorde: Colazione a Londra, pranzo a New York (bagagli? a Bombay)
Sull'aereo un passeggero: "Oh, da quassu' e' proprio vero, sembrano delle formiche!".
La hostess: "Guardi, che sono delle formiche.
Dobbiamo ancora partire!"
Un anziano signore, prima di morire, decide di togliersi un vecchio sfizio: fare un giro su un aereo acrobatico.
Si reca pertanto nell'aereoporto piu' vicino ed offre ad un famoso e spericolato pilota una congrua somma di denaro.
Dopo i preparativi avviene il decollo con una brusca salita verso il cielo.
Il vecchietto per nulla sorpreso dice al pilota: "Questo me l'aspettavo".
Il pilota sorpreso con una rapida discesa porta l'aereo in picchiata sorvolando l'aereoporto e il vecchietto ripete: "Anche questo me l'aspettavo". Per ultimo l'aereo si mette a testa in giu' e il vecchietto dice: "Questo no che non me l'aspettavo".
Subito dopo l'aereo atterra e il pilota per prima cosa chiede al vecchietto: "Mi tolga una curiosita' , perche' in volo diceva 'questo me l'aspettavo', 'questo non me l'aspettavo' ?".
"Le spiego" -dice il vecchietto- "la prima volta mi sono fatto la pipi' addosso e me l'aspettavo, la seconda volta mi sono cagato addosso e anche questa me l'aspettavo, ma quando ha volato a testa in giu', mi e' venuta fuori dal colletto della camicia e quello proprio no che non me l'aspettavo".
Clamoroso incidente alla Metropolitana di Milano.
50 persone in ospedale.
E' deragliato un treno? No, un caccia americano che volava troppo basso.
Una commissione d'inchiesta stabilira' se volava troppo basso. (Daniele Luttazzi)
Io paura di volare? No di certo; quello di cui ho paura e' precipitare.
A causa del maltempo ieri l'Alitalia ha cancellato il 35 % dei voli.
Sfortunatamente alcuni di questi erano in aria al momento. (Daniele Luttazzi)
Una ragazza incinta di 7 mesi ha dato alla luce una bimba mentre volava su un aereo Alitalia.
Questa e' la prima volta che all'Alitalia qualcosa arriva in anticipo. (Daniele Luttazzi)
 


© 2000 - /\/\arco /\/\ex