Ricerca la tue barzellette preferite tra le oltre 10.000 catalogate.     
  
tutte le parole    almeno una parola

 
Banche e banchieri
Operazione Bancaria.
L'amore e' un gioco di borsa nel quale la donna provoca l'alzarsi e l'abbassarsi del titolo.
La donna non teme colpi di stato perche' il suo capitale e' nascosto.
L'uomo piu' si accanisce nelle sue operazioni finanziarie dell'amore, piu' compromette la solidita' e l'integrita' del suo capitale, finche' un giorno il suo credito e' tanto basso da non alzarsi piu'.
Esaminiamo ora l'amore nei suoi aspetti finanziari.
Chi e' la donna da marito ? E' una banca di recente formazione con capitale intatto (non sempre) in attesa di chi le fara' la prima apertura di credito.
Nell'amore l'operazione piu' facile e' il versamento, la piu' difficile e' il risparmio.
Il matrimonio e' una operazione bancaria che si riassume cosi': lo sposo con il capitale in mano si presenta allo sportello della banca, la sposa gli comunica che e' disposta a concedergli l'apertura di credito.
Ecco il risultato che ne segue: Posizione eccellente di banca, vorticoso alzarsi del titolo apertura di borsa, deposito di capitale liquido e ritiro del primo dividendo nove mesi dopo il versamento.
Considerato che la donna e' un libretto al portatore occorre che il marito tenga gli occhi aperti onde non abbia a verificarsi che altri compiano una analoga operazione, in tal caso il marito che e' il responsabile dell'azienda si troverebbe, contro la norma di legge, ad amministrare frutti non suoi.
Tutto cio' dimostra che meglio di tutti fa il seminarista, il quale amministra, di propria mano, tutto il suo capitale.
Un signore viene contattato dalla Banca in cui ha il conto ed invitato a dotarsi di un libretto d'assegni.
"Vede, gli assegni sono comodi, basta scrivere la cifra e non deve nemmeno piu' usare il Bancomat" dice l'impiegato; dopo un po' di tempo il conto di quel signore e' in rosso e l'impiegato telefona al cliente: "Beh, vede, dobbiamo avvertirla che ci sono dei problemi.
Il suo conto e' parecchio al di sotto delle sue possibilita'...".
Il cliente risponde:" Ah, ma non si preoccupi! Domani passo e vi faccio un assegno!"
Signora in banca dice sguaiatamente: "Bonjorno, so ea moiere del becano.
El me contaria i schei e i me i mette in tel conto?".
Il cassiere: "Signora, dovrebbe fare la distinta".
E lei: "Buongiorno, sono la moglie del macellaio...".
In banca un tizio sporco e straccione dice alla signorina allo sportello: "Voglio aprire un cazzo di conto corrente in questa merda di banca!".
La cassiera: "Prego? Credo di non aver capito".
"Ehi stronza, non mi rompere i coglioni.
Voglio aprire un conto in questo istituto del cazzo".
La signorina, turbata ma gentile, risponde: "Attenda prego, le chiamo il direttore".
E questo rivolto al tizio: "Beh, mi dica...puo' parlare con me".
"Che palle...Voglio depositare 3 miliardi in questa stronza banca!".
Il direttore indicando la signorina: "Ha problemi con 'sta puttana?".
Se solo Dio volesse darmi un segno che esiste; ad es.
depositando una grossa somma di denaro sul mio conto in banca! (Woody Allen).
Crack all'Ambrosiano: la droga sintetica dei bancari.
Quando un bancario muore viene seppellito in una cassa costosa o in una cassa di risparmio ? (Zap)
Notizia giornalistica: Rapina in banca: si lamentano 10 morti!
Perche' dopo aver fatto un colpo in banca dei criminali vengono inseguiti da un enorme occhio? Perche'... ANCHE L'OCCHIO VUOLE LA SUA PARTE !
Un tizio si presenta allo sportello di una banca e, mettendo sotto gli occhi del cassiere una piccola rapa che tiene nella mano dice: "Questa e' una rapina!".
Poi apre l'altra mano e, mostrando un piccolo grillo esclama: "E se qualcuno si muove premo il grilletto!".
Una vecchia signora si presenta un giorno alla Banca del Canada portando con se' una borsa piena di denaro e dicendo di voler parlare con il presidente della banca per aprire un conto.
Gli impiegati la portano nell'ufficio del presidente (il cliente ha sempre ragione!) e questi le chiede quanto vuole versare.
E lei, buttando sulla scrivania la borsa dice: "165.000 dollari".
Il presidente, curioso di sapere come aveva fatto ad ottenere tutto quel contante, glielo chiede.
La vecchia signora risponde: "Ho fatto delle scommesse".
Il presidente le chiede allora: "Scommesse? Che tipo di scommesse?".
La vecchia signora risponde: "Per esempio, scommetto 25.000 dollari che le sue palle sono quadrate".
"Ha! ha!" ride il presidente "E' una scommessa stupida.
Lei non potra' mai vincere una scommessa di questo genere!".
La vecchia signora allora lo sfida: "Allora, accetta la mia scommessa?".
"Certo" dice il presidente "Scommetto 25.000 dollari che le mie palle non sono quadrate!".
Allora la vecchia signora dice: "Dato che si tratta di un mucchio di denaro, posso portare con me il mio avvocato domattina alle 10 come testimone?".
"Certo!" dice fiducioso il presidente.
Quella notte il presidente e' veramente nervoso a causa della scommessa e passa un sacco di tempo davanti allo specchio a controllare le sue palle, girandosi a destra e a sinistra continuamente.
Le controlla con attenzione finche' non e' sicuro di vincere la scommessa.
Il mattino dopo alle 10 precise, la vecchia signora compare con il suo avvocato nell'ufficio del presidente.
Presenta l'avvocato al presidente e ripete la scommessa: "25.000 dollari che le palle del presidente sono quadrate!".
Il presidente accetta di nuovo la scommessa e la vecchia signora gli chiede di abbassare i pantaloni, cosi' tutti avrebbero potuto vedere.
Il presidente accetta.
La vecchia signora scruta attentamente le palle e poi gli chiede se puo' toccarle.
"Va bene, in fondo 25.000 dollari sono un sacco di soldi, quindi credo che Lei debba essere assolutamente sicura".
In quel momento egli nota che l'avvocato sta silenziosamente sbattendo la testa contro il muro.
Il presidente chiede alla signora: "Che diavolo ha il suo avvocato?" E lei: "Niente, a parte il fatto che ho scommesso con lui 100.000 dollari che alle 10 di stamattina avrei avuto nelle mie mani le palle del Presidente della Banca del Canada".
Un banchiere e' uno che vi presta l'ombrello quando c'e' il sole e lo rivuole indietro appena incomincia a piovere. (Mark Twain)
Il delitto non paga, ma lascia ottimi conti in banca (Woody Allen).
Il matrimonio e' come un conto corrente in banca: non puoi continuare a prelevare senza fare qualche deposito.
La banca ha fiducia in te, dicono gli slogan.
Ma poi ti chiedono i documenti per accettare i tuoi soldi e ti prestano una biro legata a una catenella (Beppe Grillo).
Sono stato in banca a chiedere un fido... mi hanno trattato da cani! (Zap).
Sono stato in banca per dare un'occhiata ai miei risparmi.
Ho scoperto di avere tutto il denaro che mi serve.
Se muoio domani (Henny Youngman).
Esiste un modo di trasferire i soldi piu' rapido delle transazioni bancarie elettroniche: si chiama matrimonio. (James Holt McGavran)
Una banca e' il posto che ti presta del denaro se tu puoi dimostrare di non averne bisogno. (Bob Hope)
Epitaffio sulla tomba di un bancario: L'ultima scadenza gli fu fatale.
 


© 2000 - /\/\arco /\/\ex